Sport / Calcio

Commenta Stampa

Coppa Italia: la Samp annichilisce l'Inter


Coppa Italia: la Samp annichilisce l'Inter
05/03/2009, 09:03

Una splendida Sampdoria si mette in tasca la quasi qualificazione alla finale di Coppa Italia, contro un Inter praticamente inesistente.
La partita inizia con l'Inter all'attacco e dopo solo 2' è Mancini che prova a tirare in porta, con un tiro che va fuori di un soffio. Al 4' scontro tra Adriano e Gastaldello, con l'attaccante nerazzurro che rimane infortunato e viene curato a bordo campo. Al 9' patatrac di Rivas, ne approfitta Cassano che con un tocco dei suoi scavalca Toldo. E' l'1-0 per la Sampdoria, praticamente al primo affondo della partita. L'Inter riparte all'attacco, ma la Samp si chiude bene, negando quasi ogni possibilità di affondo. Il gioco procede quindi nervoso, tra falli da ambo le parti e ammonizioni. Al 28' tiro cross della Sampdoria con Cassano, e Toldo che toglie il pallone dalla testa di Padalino. E' il preludio al raddoppio che arriva due minuti dopo: Pieri in area serve Pazzini, che di testa anticipa Toldo. E' il 2-0. Al 34' l'Inter prova a reagire con Balotelli: serie di finte in area, ma il tiro è debole e non crea problemi a Castellazzi. L'Inter comincia a calare e ad innervosirsi e al 42' la Samp chiude l'incontro: tiro di Padalino, Toldo respinge, ma sul pallone arriva Pazzini che chiude l'azione in rete. E' il 3-0.
Nella ripresa, lo stesso copione: Inter volenterosa ma nervosa, che costruisce molto ma conclude poco; dall'altra parte la Sampdoria che controlla la gara, anche se con qualche scorrettezza di troppo. E quando capita, non disdegna il contropiede, come al 5', quando Palombo tira da fuori area, forte ma centrale, e Toldo che para agevolmente. Al 14' l'episodio che può cambiare la partita: Gastaldello, già ammonito, entra  duro su Balotelli e riceve il secondo giallo. Sampdoria in 10, che si chiude ulteriormente. L'infortunio per l'interista è serio, tanto che 5 minuti dopo esce dal campo e viene portato in barella negli spogliatoi; al suo posto, Obinna. Il neo entrato mette subito paura alla Samp, con un tiro angolato al 22', sul quale Castellazzi mette una mano e devia in angolo. Un minuto dopo, il portiere doriano deve ripetersi su un tocco sottomisura in spaccata di Crespo; portiere che si supera quando al 26' devia in angolo un colpo di testa angolato dell'attaccante argentino. Ormai è un assedio dell'Inter alla porta della Sampdoria: al 31' tiro fuori di poco di Mancini; al 34' Castellazzi compie un mezzo miracolo, respingendo prima su tiro di Adriano e poi di Crespo. Al 36' tocca a Muntari, con un tiro da fuori che Castellazzi para in due tempi. E' l'ultima azione, perchè l'Inter comincia a snetire la stanchezza e i suoi attacchi perdono di efficacia. E anche nei 5 minuti di recupero non succede nulla.
Adesso le due squadre si rivedranno il 22 aprile per il ritorno, ma per l'Inter lepossibilità di passaggio del turno sono ridotte al lumicino.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©