Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Corbo: "A Mazzarri contesto l'immobilismo tattico"


Corbo: 'A Mazzarri contesto l'immobilismo tattico'
19/04/2011, 13:04

A Radio Crc è intervenuto Antonio Corbo, giornalista della Repubblica:
“Al di là di una cattiva preparazione sul piano psicologico del Napoli che ha sottovalutato la partita contro l’Udinese, mi è sembrato che ci sia stato anche un calo fisico di Cavani e di Lavezzi. Il Pocho si toccava continuamente il ginocchio perché forse accusava dolore. Questa sconfitta però lascia un segno positivo perché darà al Napoli nuova grinta e motivazioni. I calciatori azzurri erano quasi mortificati dell’affetto dimostrato dai tifosi del San Paolo che hanno applaudito la squadra nonostante la cattiva prestazione. Gargano è un calciatore che non può mancare nel Napoli perché ha voglia di correre e di lavorare. Tra Yebda e Gargano per me dovrebbe sempre giocare Gargano. Sabato sarebbe necessario rimodellare la squadra e cambiare modulo. Contesto a Mazzarri l’immobilismo tattico, è opportuno creare delle contromosse in certe situazioni. Mazzarri è un emotivo e spesso non ha la freddezza di guidare la squadra. Di solito Dossena e Maggio non dialogano con chi sta al centro, pensano solo ad andare avanti. Nessuno dei due ha grande dribbling. Questo Napoli è perfettibile e devono essere valutati degli aspetti tattici. Sabato a Palermo sono sicuro che il Napoli riprenderà il suo ritmo, la sconfitta di domenica è stata un bagno di umiltà. Confido molto in De Laurentiis che saprà dare la giusta guida alla squadra e alla società azzurra”.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©