Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Corr. Mezzogiorno: i tafferugli di Napoli-Brescia


Corr. Mezzogiorno: i tafferugli di Napoli-Brescia
07/03/2011, 14:03

NAPOLI - Tafferugli in via Terracina prima della partita, per gli ultras arriva il conto. Sette tifosi del Brescia ed uno del Napoli arrestati e di due denunciati, entrambi sostenitori del Napoli, il bilancio degli scontri avvenuti prima della gara giocata ieri al San Paolo. Quattro dei sette tifosi bresciani hanno precedenti specifici per reati di violenza collegati al calcio. Il tifoso del Napoli arrestato è incensurato. Per altri due tifosi del Napoli è scattata la denuncia per rissa aggravata.

IN CARCERE - Gli arrestati sono stati trasferiti nel carcere di Poggioreale. Gli scontri - secondo la ricostruzione della Digos della Questura di Napoli - sono cominciati poco dopo le 14 quando due autobus di supporter del Brescia sono stati colpiti da un lancio di pietre da tifosi avversari in via Terracina. La polizia aveva dato ordine ai bus di proseguire per evitare il contatto tra i gruppi opposti, ma gli ultrà del Brescia, minacciando i conducenti, hanno imposto di fermare ed hanno affrontato i rivali.

MAZZE E BOTTIGLIATE - Lo scontro è avvenuto a colpi di mazze e bottiglie a più riprese e la polizia è riuscita a separare i gruppi di ultrà. Gli arrestati, identificati, anche grazie alle telecamere dello stadio San Paolo sono stati bloccati al termine della partita mentre si avviavano verso l’uscita.

Fonte: Corriere del Mezzogiorno.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©