Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Corriere dello Sport: opzione morale per Inler


Corriere dello Sport: opzione morale per Inler
20/04/2011, 11:04

In Argentina e poi in Olanda; in Ucraina ma prima di rientrare in Italia e di rimettersi in viaggio verso la Spagna: il viaggio del Napoli continua e in questo pazzo, pazzo tour per giocare d’anticipo ed arrivare a giugno con le idee chiarissime e una squadra virtualmente fatta, c’è l’essenza d’un progetto a lunga gittata, il desiderio di assecondare se stessi e di non derogare d’un euro al fair-play finanziario. Un difensore «tecnicamente» tesserato, un attaccante praticamente acquistato e una serie di dialoghi ufficialmente o ufficiosamente avviati. Il mercato è un gioco delle parti che garantisce scenari cangianti da un giorno all’altro, ma prima di intrufolarsi nei dedali d’una estate arroventata, suoi blocknotes di Castelvolturno hanno già tracciato la mappa dei sogni.

PRESI - Federico Fernandez (22) è da un bel po’ d’azzurro vestito e questi ultimi mesi in Argentina, con l’Estudiantes - tra Clausura e Libertadores - saranno utili pure per imparare la lingua, attraverso lezioni bisettimanali con un insegnante italiano. I tre milioni investiti su quel corazziere già finito in uno stage della Nazionale con Sergio Batista rappresentano il primo affare del gennaio scorso, chiuso poi con l’accordo per Tim Matavz (22), sloveno del Groningen, per i critici olandesi il nuovo Dzeko, bloccato successivamente, in un incontro definitivo del 24 marzo, per sei milioni di euro.

OPZIONE MORALE - Gokhan Inler (27) è il pupillo di Mazzarri, così come lo è di Bigon, così come lo è di Fassone, così come lo è stato e lo sarà di Aurelio De Laurentiis, che tre mesi fa è arrivato ad un’unghia dalla firma sul contratto. La distanza siderale di «5-6 milioni di euro» sostenuta pubblicamente da De Laurentiis è in realtà colmabile attraverso la cessione d’una contropartita tecnica di gradimento del club friulano: a gennaio, nell’elenco degli osservati speciali under 21, c’erano Sepe, Maiello e Ciano, ma gli exploit di Insigne a Foggia potrebbero aver allargato la rosa dei probabili partenti in un affare che i rapporti sempre cordiali tra De Laurentiis e Pozzo rendono possibile, probabile, quasi certo.

Fonte: Corriere dello Sport

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©