Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Corriere Sport: Napoli, gli obiettivi in difesa


Corriere Sport: Napoli, gli obiettivi in difesa
29/12/2010, 10:12

Il tormento, il tormentone: cioè, il mercato; e quel centrale dal piede sinistro particolarmente sensibile. E' (quasi) Capodanno e ciò che resta, dinnanzi, è un mese ricco di pathos, di voci, di indiscrezioni, di soffiate, di avances e di ritirate strategiche: mosse e contromosse che conducono dritto lì, al cuore della difesa del Napoli, sistemata per le feste se arriva il tiro mancino. Quattro uomini per una maglia, ma alzi la mano chi sospetti che sia finita qua: per ora, il poker d'identikit è servito, con la consapevolezza che nella manica possa sempre scapparci un asso tenuto magicamente nascosto.

BRITOS - C'è talmente tanto materiale su Britos ( 25), negli archivi di Castelvolturno, da poterne allestire una biografia: piace a Mazzarri, piace a Bigon, si compiace di poter magari affiancare Gargano e Cavani, ma intanto aspetta che maturino gli eventi nella 'sua' Bologna, che si definiscano le situazioni pregresse e soprattutto - che il Napoli abbia un interlocutore deciso ad accedere alla trattativa. Raccontano gli amici degli amici, che un tempo, quando ancora non era comparso Zanetti, s'era arrivati a un punto d'incontro: ma ora che il caffè è sul fuoco, la situazione s'è impantanata. Il Napoli non va oltre i 4,5 milioni di euro: prendere o lasciare che Bigon si rivolga altrove.

VICTOR RUIZ - E' l'innesto a presa rapida ma anche un meraviglioso ponte sul futuro; è il soggetto del desiderio; è il primo obiettivo da sempre, da quando Bigon piombò a Barcellona e sulle ramblas cominciò a trattare questo Victor Ruiz, all'epoca sconosciuto, ma talmente bravo da lasciar innamorare pure De Laurentiis. L'Espanyol l'ha blindato con tanto di clausola rescissoria - ad 8 milioni di euro - il Manchester City lo corteggia e il Napoli sente di avere, moralmente, un diritto di prelazione: ma non a certe cifre.

OGBONNA - In linea con il progetto, c'è Angelo Ogbonna (21), che tra le opzioni a favore ha la nazionalità italiana e non solo un fisico da evitare. Con il Torino c'è stato un avvicinamento, confermato da Gianluca Petrachi ('piace a Bigon e a Mazzarri ma anche al Genoa, al City, all'Everton e all'Arsenal: un po' tutte queste hanno fatto un sondaggio') , ma non si è ancora avviata una trattativa. Però il procuratore sa..

DOMINGUEZ - La new entry di fine 2010 è l'altro fenomeno spagnolo, ma Alvaro Dominguez (21), pure lui, è il gioiellino attraverso il quale l'Atletico Madrid vuole dare una impennata alle entrate: valore di mercato, dieci milioni di euro. Da rimanerci secchi. Oppure alla finestra.

E POI, E POI - Ma il mercato è altro: Santacroce ha la valigia già piena e sta per caricarla in auto per andare al Lecce; Blasi è l'uomo giusto per arrivare a Kharja (28) che non vede l'ora; ma intanto, dagli archivi, emerge il nome di Cleverson Gabriel Cordova, in arte Cleo (25), attaccante brasiliano e naturalizzato serbo, una macchina da gol del Partizan. Meglio non fermarsi alla difesa.

Fonte: Corriere dello Sport.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©