Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Corriere: Uruguay, Cavani e Gargano in panchina


Corriere: Uruguay, Cavani e Gargano in panchina
22/07/2011, 13:07

Il Matador è pronto. L'infortunio subito contro il Cile il 7 luglio scorso alla gamba destra (distorsione al ginocchio e botta alla caviglia) finalmente è superato. Edinson Cavani ha lavorato in palestra riacquistando il tono muscolare e adesso si allena con il gruppo nel centro sportivo dell'AFA (Asociación del Fútbol Argentino) nei quartiere Ezeiza, in vista della finale di domenica della Copa América allo stadio Monumental contro il Paraguay.

IL MATADOR CURATO CON I GIUSTI TEMPI - E' difficile che Cavani possa scendere in campo dall'inizio. Il Matador ha detto «mi sento bene e con molta forza», ma Oscar Washington Tabárez, dt dell'Uruguay, sembra orientato a schierare il 4-4-2 con il duo d'attacco Suárez-Forlán. L'attaccante del Liverpool è in grande forma nonché capocannoniere del torneo avendo realizzato 3 reti come Sergio Agüero dell'Argentina è che però fuori dai giochi. Diego Forlán, poi, oltre a giocar bene è a dir poco intoccabile. Dunque, per Cavani si profila un posto in panchina. Il fuoriclasse del Napoli, secondo fonti attendibili, è stato curato dallo staff medico della Celeste con i giusti tempi e questa è senza dubbio una buona notizia per la società azzurra e per i tifosi partenopei. Prima di ritornare ad allenarsi con i compagni, Cavani ha effettuato terapie e ha lavorato a parte per 15 giorni. Il professor Alberto Pan, capo dei medici della Celeste, non si era mai sbilanciato sui tempi del recupero di Cavani e non ha mai voluto indicare una data precisa. Secondo la stampa uruguaiana l'infortunio in questione era smaltibile in una decina di giorni. Comunque, meglio una buona rieducazione che un recupero affrettato come spesso avviene in molti casi anche in Italia.

DENTRO PEREZ, ESCE GARGANO - Per la finale contro il Paraguay che nel frattempo ha raggiunto Buenos Aires prendendo alloggio all'Hotel Meliá e oggi farà allenamento nello stadio del San Lorenzo, il dt della Celeste Tabárez dispone anche di Diego Godín (andrà in panchina) nonché di Diego Pérez, il 'Ruso', che ha saltato la semifinale per squalifica. Pérez sembra destinato a riprendersi il posto a centrocampo con l'esclusione di Walter Gargano del Napoli che pure contro il Perù ha offerto una buona prestazione restando in campo 70' prima di lasciare il posto al compagno Sebastián Eguren. Servizio realizzato in esclusiva da Biagio Angrisani per il Corriere dello Sport-Stadio ed è vietata qualsiasi riproduzione senza autorizzazione. Fonte: Corriere dello Sport.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©