Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

DE LAURENTIIS PROVOCA

"Criscito? Forse non voleva giocare in difesa"


'Criscito? Forse non voleva giocare in difesa'
24/06/2011, 13:06

Il presidente azzurro Aurelio De Laurentiis è intervenuto nel corso di Marte Sport Live per rispondere alle domande dei tifosi:

"La questione San Paolo è ben avviata soprattutto per la prontezza del sindaco De Magistris. Abbiamo visto che c'è comunione d'intenti e sono convinto che alla fine arriveremo alla meta tutti insieme: entro la fine di luglio rispetteremo tutte le normative UEFA."

Per quanto riguarda il mercato, l'affare Criscito sembra ormai saltato.
"Se il calciatore preferisce andare in Russia piuttosto che in Francia, in Spagna o in Inghilterra il presidente del Genoa lo deve accontentare. Io non so se sia vero quanto scrivono i giornali, ma se il calciatore ha scelto così è giusto che Preziosi faccia il suo bene. Noi non possiamo pretendere che un napoletano sposi la causa del Napoli senza porsi problemi. Ho già detto molte volte che tante persone che hanno lasciato Napoli non ci vogliono tornare. Io personalmente vorrei vivere a Napoli per sempre. Gli faccio i miei auguri e spero per lui che si trovi bene a San Pietroburgo. Nel caso vada all'Inter, invece, farà 15 partite e buona notte. Noi gli avevamo chiesto di fare il difensore di sinistra nella difesa a 3 e non di sostituire Dossena, ma forse non se la sente di giocare in un ruolo che non gli è più così congeniale e, perciò, ha scelto lo Zenit".

Per Inler invece si spera ancora.
"Lamberti è una persona seria e spero di poterlo incontrarlo quanto prima. Penso che la settimana prossima ci sarà un incontro a quattro: io, Lamberti, Inler e Pozzo. Ci metteremo intorno ad un tavolo e vedremo il da farsi."

Tanti i nomi accostati al Napoli.

"Noi in difesa sia ben coperti, abbiamo un doppione per ogni ruolo. Avevamo accelerato su Criscito perchè avevamo dei timori sulla salute di Campagnaro, ma tutti i medici ci hanno detto che fisicamente, al di là dello stato emozionale che potrebbe dargli problemi, il ragazzo sta benissimo. I nomi di altri difensori sono cose che scrivono i giornali. Ovvio che cercheremo di prendere dei campioni, ma non possiamo fare uno spogliatoio di campioni vogliosi di giocare, servono anche dei ragazzi, futuri campioni, che capiscono che mancando di esperienza devono aspettare il loro turno. Vidal ed Inler non verrano entrambi. Santana è un altro dei giocatori con cui abbiamo parlato, ma anche lui non è priorità. Se ci aspetta bene, se ha altre offerte amici come prima. I nostri obiettivi sono tutti a centrocampo e nel reparto dei portieri dove credo che qualcosa accadrà all'inizio della prossima settimana."

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©