Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Criscito:"Un ritorno a Napoli? Lontanissimo"


Criscito:'Un ritorno a Napoli? Lontanissimo'
20/05/2010, 09:05

In occasione della visita di Mimmo Criscito al Club Genoa di Volla a lui intitolato, il difensore della Nazionale ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di “Amore… Azzurro”, programma sportivo in onda sulle frequenze Radio Amore. Ecco alcuni passaggi tratti dall’intervista integrale in onda oggi su Radio Amore: “Ritornare dove ho iniziato a giocare? E’ molto bello, perché sono andato via da questo paese, quando avevo appena quattordici anni. Ritornarci ora e ricevere l’affetto di tutta questa gente, per me è motivo di grande orgoglio. Ho dato i primi calci ad un pallone nella Virtus Volla, poi ho fatto un passo importante approdando in una società professionistica. Sono soddisfatto di quello che ho fatto finora e della società in cui milito. Vincere il Mondiale? Siamo i Campioni in carica ed andiamo in Sudafrica con l’obiettivo di riportare la Coppa in Italia. Non sarà facile ripetersi, perché per vincere un Mondiale servono tante componenti ed una buona dose di fortuna, oltretutto per arrivare in fondo dovremo necessariamente sfidare le Nazionali più accreditate per il successo finale. La stagione del Genoa? Le partenze di Milito e Motta  si sono fatte sentire, anche se sono contento per i successi che stanno conseguendo in maglia nerazzurra. Quest’anno abbiamo pagato i tanti impegni, perché noi non eravamo abituati a giocare ogni tre giorni. Tuttavia, credo che il rendimento altalenante della squadra sia imputabile anche ai tanti infortuni che abbiamo patito in questa stagione. L’esclusione di Grosso potrebbe consegnarmi una maglia da titolare? Lo spero, ma dovrò farmi trovare sempre pronto, quando il mister mi chiamerà in causa. Dovrò dare sempre il 100%. in ogni allenamento. Lo scetticismo intorno alla Nazionale? E’ sempre stato così, perché l’Italia non è mai partita con i favori dei pronostici. Speriamo di fare una bella figura. Un lontano futuro a Napoli? E’ lontanissimo. A chi dedicherei un eventuale goal ai Mondiali? Alla mia famiglia e a tutta questa gente che mi sta dimostrando il loro affetto. Queste sono cose importanti per un ragazzo di ventiquattro anni.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©