Sport / Calcio

Commenta Stampa

Il presidente Blanc intraprende la linea dura

Crisi Juve, la società pronta a non pagare gli stipendi


Crisi Juve, la società pronta a non pagare gli stipendi
07/04/2010, 12:04

TORINO - La Juventus è infuriata. I mancati risultati e la crisi che avanza fanno alzare la voce alla società.
Il presidente bianconero Jean-Claude Blanc ha riunito la squadra e, alla presenza di Bettega e Zaccheroni, è andato giù duro: "Il nostro dovere è pagare, il vostro giocare: quindi tocca prima a voi, poi a noi".
Il messaggio è chiaro: stipendi congelati fino a quando i risultati non saranno nuovamente all'altezza.
Sono stati spesi dei soldi per acquistare determinati campioni e altri per pagare gli stipendi non solo dei nuovi arrivati (ovviamente) ma anche di tutti i componenti della rosa che ora rischia di non andare in Champions League e la dirigenza non vuole gettare tutto al vento. Così è giunta la presa di posizione che tutti si aspettavano: niente stipendi, o almeno così pare.
Blanc ha bisogno non solo di mostrare il suo carattere alla squadra, ma anche a John Elkann, visto che proprio il presidente della Vecchia Signora rischia di restare a spasso .
Intanto Blanc è giunto a Vinovo con la scorta.

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©