Sport / Calcio

Commenta Stampa

Dieci big dal trono alla "melma"

Curiosità: I 10 top-flop d'europa


Curiosità: I 10 top-flop d'europa
24/10/2013, 17:16

ROMA - Il primo da menzionare è l'ex viola, Stephan Jovetic che nel City ha giocato col contagoccie e ancora nessuna presenza in Champions. Il montenegrino era venerato a Firenze e adesso nn riesce a giustificare l'investimento di 30 milioni del City.
Qualche mese fa Trigoria era invasa di tifosi per il deludente acquisto di Gervinho e la cessione di Lamela agli Spurs ma oggi la situzione sembra essere capovolta. Per El Coco vale lo stesso discorso di Jovetic. 
El Flaco Pastore sta pagando la mancata personalità che spesso gli imputano. In due anni e mezzo a Parigi è solo apparso una copia sbiadita del Pastore visto a Palermo. Infatti, El Flaco potrebbe cambiare aria già a gennaio con previsione di ritorno in Serie A.
Altro top che subito una paura involuzione è Fernando Torres che all'Atletico e al Liverpool era lo spauracchio delle retroguardie mentre con i blus ha siglato solo 15 reti in 88 gare di Premier. Ha vinto tanto con il Chelsea ma le realizzazioni sono poche per un giocatore che valeva 60 milioni.
Strappato al Porto per 45 milioni, sborsati dal Monaco, James Rodriguez non riesce a rientrare negli schemi di ranieri che preferisce Carrasco e Ocampos. L'ex Porto potrebbe partire a gennaio.
Dopo fantastiche stagioni con lo United, Nani ha subito negli ultimi due anni una forte decadenza dovuta ad acciacchi fisici ed incomprensioni con Sir Alex. L'ala è portoghese è sempre più vicino a dire addio ai Red Devils.
Anche uno dei portieri più forti al mondo potrebbe meditare un clamoroso addio, parliamo di Iker Casillas. Il capitano dei blancos ha difeso poche volte la porta del Madrid a causa dell'infortunio alla spalla dello scorso anno e con le ottime pestazioni di Diego Lopez e l'imminente mondiale potrebbero portare lo spagnol via dal Real.
Altro giocatore del Real prossimo alla partenza potrebbe essere il francese Karim Benzema. Dal 2009 ad oggi, nonostante gli ottimi propositi di Perez, non ha mai inciso tanto. Il francese ha anche perso il posto da titolare in nazionale a favore di Giroud. Altro pessima interpretazione di Perez che in estate ha preferito lui che  il più decisivo e convincente Higuain, in forza al Napoli.
Esageriamo, forse, a definirlo un top visto che i mesi di alto livello sono stati solo 6, quelli che hanno preceduto il suo addio all'Arsenal. Da quando indossa la maglia del City solo a sprazzi si è vista la sua qualità. Dai lati dell'Emirates stanno ancora aspettando il suo genio. In Inghilterra l'hanno definito "not more than a nine day’s wonder".
Infine, nella classifica degli attuali flop fra i top, troviamo l'acquisto milionario di Florentino Perez, Gareth Bale. Visto il suo valore in estate, negli spogliatoi possiede la zona "vestiario" più luminoso, addirittura più di Ronaldo. Sia per problemi fisici e le poche presenze risulta essere un nuovo capriccio del presidente del Real Madrid.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©