Sport / Vari

Commenta Stampa

Da Brno a Berlino, i Nuotatori Campani mettono in valigia quattro medaglie


Da Brno a Berlino, i Nuotatori Campani mettono in valigia quattro medaglie
18/07/2011, 12:07

Si sono da poco conclusi gli impegni internazionali delle Nazionali Azzurre FINP ed il risultato personale degli atleti dell’Asd Nuotatori Campani convocati è stato di una medaglia d’oro e tre di bronzo.
I titoli sono arrivati tutti dai Giochi Europei Giovanili di Brno (Repubblica Ceca, dal 29 giugno al 3 luglio 2011) dove uno straripante Emanuele Veneruso (categoria funzionale S9) è salito sul podio in ogni gara a cui ha preso parte.
Le prime medaglie agli Youth Games il giovane Emanuele le ha conquistate durante la prima sessione di gare, nei 50 stile libero toccando la piastra in 30.95 e nei 50 rana con un ottimo 40.84 che gli è valso il terzo gradino del podio.
Come accaduto per la prova di velocità, anche durante la premiazione dei 100 rana l’inno di Mameli ha accarezzato un podio di soli Azzurri, Giuseppe Romele oro (1.47.97); Valerio Marcotullio argento (1.29.23); Emanuele Veneruso bronzo (1.27.11).
La manifestazione si è conclusa con la staffetta 4 x 50 stile libero Punti 34, che ha visto l’Italia (Veneruso, Greotti, Marcotullio, Recalcati) raggiungere il massimo riconoscimento in 2.13.13
Le gare si sono svolte in modalità OPEN (che prevede la partecipazione, nella stessa batteria, di atleti appartenenti a classi differenti), quindi le classifiche finali sono state elaborate utilizzando il sistema tabellare. Ogni singola prestazione cronometrica è stata confrontata con il rispettivo record mondiale (gara e classe sportiva) e trasformata in punteggio.
L’ottima prestazione dell’ Azzurrino dell’Asd Nuotatori Campani ha contribuito a determinare il medagliere italiano che, alla fine dei Giochi, contava 8 ori, 5 argenti e 7 bronzi.
Impegnata con la Nazionale maggiore ai Campionati Europei di Berlino (dal 3 al 10 luglio 2011) Emanuela Romano, categoria funzionale S6, rappresentante dell’ Asd Nuotatori Campani, termina la sua avventura senza medaglie ma con due accessi alle finali nei 400 e nei 100 stile libero.
Alla sua seconda convocazione in azzurro l’atleta del Gruppo Cesaro Sport esprime al meglio il suo stato di forma nelle gare che le hanno fatto ottenere la qualificazione agli Eurpoei IPC.
I 400 sl, nuotati domenica 3 luglio, giorno di apertura della manifestazione, la vedono al quarto posto in qualifica (subito dietro l’olandese Mirjam de Koning-Peper) e sesta in finale con 7:01.21.

Ma è stato sabato 9 luglio l’appuntamento in cui Emanuela ha tenuto tutto il Team Italia con il fiato sospeso. Alle batterie di qualificazione si è percepito che la Romano voleva ottenere un crono degno delle atlete più esperte. Scesa in vasca carica e determinata conquista, con una splendida rimonta nei secondi 50m , l’accesso alla finale.
Nel tardo pomeriggio, allo “Swimming and Diving Center in Europasportpark (SSE)” la campionessa partenopea della Nuotatori Campani ha nuotato al meglio delle sue possibilità nella finale dei 100m stile libero S6 migliorandosi rispetto alle eliminatorie piazzandosi con un tempo di 1’28’’31 solamente al sesto posto, a poco più di 6’ dal podio che ha visto sul gradino più alto la de Koning-Peper che ha chiuso la gara davanti la detentrice attuale del record modiale ed europeo, l’inglese Eleanor Simmonds.
Gli Europei IPC, oltre ad essere una tra le competizioni più prestigiose nel panorama agonistico natatorio, hanno avuto valenza superiore in quanto hanno rappresentato un test di qualificazione utile per contribuire a determinare il ranking internazionale valido per l’assegnazione dei posti in specialità per le prossime Olimpiadi di Londra 2012.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©