Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Ritiro Azzurro in Val di Sole

Da Dimaro, De Laurentiis lascia l'allenamento


Da Dimaro, De Laurentiis lascia l'allenamento
19/07/2012, 09:46

Fa i suoi primi passi anche sul campo di allenamento di Dimaro il presidente  del Napoli Aurelio De Laurentiis. Dopo essere atterrato a Monclassico in elicottero, ed essersi goduto nella serata di ieri lo spettacolo in piazza di Guido Lembo, il patron azzurro stamattina ha deciso di fare una visita a sorpresa a tecnico e squadra sul rettangolo di gioco. Mentre i giocatori partenopei fanno esercizio di stretching, De Laurentiis, vestito in modo sportivo con la tuta della squadra, fa il giro di campo assieme a Guido Baldari, responsabile dei rapporti con la stampa per la SSC Napoli. 

Arriva qualche fischio al passaggio del presidente sotto la tribuna. I tifosi, anche ieri sera, hanno contestato la scelta della società di far pagare 10 euro a persona il biglietto per una foto con la Coppa Italia, e 30 euro il biglietto per l'amichevole estiva contro il Bayern Monaco (in programma domani pomeriggio, ore 18.30, ad Arco di Trento). De Laurentiis dal palco si era giustificato spiegando che il ricavato andrà in beneficenza. 

Mazzarri sul campo torna a provare i lanci lunghi dalla retrovie. C'è ancora una volta Luigi Vitale, come pochi giorni fa, a lanciare di sinistro. Difesa composta da Campagnaro, Fernandez e Aronica, che contengono le incursioni dei giovani Bariti e Fornito.  

Beharmi sembra essersi inserito già molto bene nel gruppo. Ride e scherza con i compagni durante la corsa tra i paletti. Ieri, poi, è stato il primo a saltare al coro "Chi non salta juventino è..." tra gli applausi dei tifosi. 

Movimenti incentrati sulla fase offensiva ora. Lo schema si organizza da sinistra a destra. Donadel passa ad Inler che allarga a sinistra per lo scatto a turno di Behrami o Dzemaili, in posizione di mezz'ala destra. Uno-due con il trequartista (in questa posizione si alternano Pandev ed Insigne) e palla in area per la conclusione di Vargas o Novotny. L'azione viene ripetuta più volte.

Si cambia schema, restando sempre nei movimenti da sinistra a destra. Gargano passa a Donadel che sventaglia sulla fascia per Behrami o Bariti, che si alternano. Uno-due con Hamsik o Inler e cross al centro per i due attaccanti che sono o Vargas-Insigne o Pandev Novotny.

Stessi schemi, stessi uomini. Ma ora l'azione si svolge da destra verso sinistra. Mazzarri coinvolge in questa idea tattica cinque uomini, e pretende che ci siano al massimo due tocchi di palla. Impressiona Behrami. Lo svizzero sembra già tonico e lucido.  

De Laurentiis alle 10.48 decide di andare via. Il presidente si allontana dal campo a bordo di una BMW X5 nera eludendo i tifosi e i giornalisti presenti.  

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©