Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

FOCUS MERCATO

Dal Pocho a Jo-Jo: ma occhio al tempo


Dal Pocho a Jo-Jo: ma occhio al tempo
22/07/2011, 12:07

Ecco che ci risiamo. Lo avrà pensato De Laurentiis nell'avvertire all'orizzonte le prime ombre sul futuro di Ezequiel Lavezzi. Ecco che, puntuale come ogni estate, torna di moda il tormentone. Perchè a Napoli le telenovele non si fanno solo sugli acquisti, ma anche sulle cessioni. E questa telenovela viene mandata in replica sugli schermi azzurri da ormai tre anni.

RESTO O VADO VIA - Il protagonista è sempre lo stesso. Molti penseranno al nome del Pocho.  E invece no! Il protagonista, è bene che i tifosi lo sappiano, è Alejandro Mazzoni. Il procuratore che meno di tutti piace ad Aurelio De Laurentiis. Colui che ogni estate presenta il conto del suo assistito e si diverte a colloquiare con tanti (troppi) club alle spalle della società azzurra. Fosse per Mazzoni, Lavezzi avrebbe preso una strada diversa da quella del progetto azzurro già da tempo. Ma il presidente è stato bravo a bloccare il giocatore.

TUTELATI - De Laurentiis però sa che non può molto di fronte al volere del mercato. Per questo, ha deciso di mettere le "spalle al sicuro" con la clausola rescissoria. Lavezzi probabilmente non resterà per sempre in maglia azzurra, ma se verrà venduto lo si farà alla cifra che dice il Napoli. Ovvero: 32 milioni di euro, non un soldo di meno. "Resta da vedere quanto è bravo il suo agente" ha detto il patron. E Mazzoni dovrà essere realmente tanto bravo da trovare un club disposto a sborsare quella cifra se vuole portare via da Napoli il Pocho. La sfida è lanciata.

ALTERNATIVA JO-JO - Il pericolo non è tanto vendere Lavezzi, quanto il momento in cui farlo. Se l'offerta dovesse arrivare oggi, il Napoli avrebbe tutto il tempo di trovare un sostituto all'altezza. Ma, se la situazione si sbloccasse solo a fine agosto, il tempo potrebbe giocare a sfavore di Bigon. Ecco perchè De Laurentiis ha già indicato la strada da percorrere. Il futuro è in un nome: Stevan Jovetic. 22 anni a novembre, 183cm per 79 kg e due piedi fatati, il montenegrino sarebbe il sostituto ideale del Pocho. Inoltre, vede la porta meglio dell'argentino ed ha la duttilità per giocare in più ruoli. Ma la Fiorentina, che ha basato la sua rinascita sul giocatore, sarà disposta a privarsene?

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©