Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

IL CAPITANO

"Daremo tutto per vincere. Voglio restare qui"


'Daremo tutto per vincere. Voglio restare qui'
02/10/2010, 14:10

Paolo Cannavaro parla alla vigilia della sfida con la Roma. Il capitano è vicino al rientro: "Ho provato ieri e non ho avuto problemi. Oggi faccio l'ultimo test durante la rifinitura, sono rimasto a riposo con lo Steaua a scopo precauzionale perché avevo sempre giocato, quindi meglio così".
La trasferta in Romania è stata incredibile.
"Per come era cominciata, sembrava una gara disastrosa. Poi c'è stata una grande volontà di rimetterla in piedi. Vi dirò di più: se avessimo segnato prima, avremmo potuto anche vincere".
Domani c'è la Roma.
"Non li battiamo da una vita. Siamo appena agli inizi della stagione, i giallorossi sono in ripresa, hanno battuto l'Inter e poi si sono ripetuti in Champions. Una squadra così è soltanto da temere. Ci saranno due squadre che giocheranno per vincere senza fare calcoli".
Il Napoli riparte da Hamsik-Lavezzi-Cavani.
"Sicuramente sono importanti, ma la rosa è di livello, i nuovi hanno bisogno ancora di tempo. A livello di gruppo, sono già inseriti. Non sono da bocciare, saranno utili".
Cannavaro potrà marcare Borriello.
"Noi siamo grandi amici, ci siamo scambiati qualche sms, nelle vicinanze della partita evitiamo di sentirci. Lui vive per il gol e sarà dura tenerlo. Cosa gli ho scritto? Venite a perdere...scherzi a parte, domani ognuno pensa a se stesso".
La difesa non è impeccabile.
"Quando si prende gol, c'è qualcosa che non va. Ci sono stati 'infortuni' da parte dei singoli. Una grande fase difensiva parte dall'attacco, non si colpevolizza mai un solo reparto. Abbiamo tutto il tempo di migliorare". Magari già con la Roma.
"Ha avuto qualche giorno in più per riposare, non penso che si chiuderà, proverà a metterci in difficoltà".
Il Napoli non ha paura.
"Noi giochiamo per vincere, dobbiamo essere intensi e pressare per tutta la partita, altrimenti soffriremo. I ritmi da tenere sono quelli contro la Sampdoria".
La Roma è un po' un tabù.
"Finora è stata una coincidenza, non credo ci siano altri problemi".
L'ultima al San Paolo con il Chievo non è stata positiva.
"Perdere così mi ha fatto male. Le difficoltà al San Paolo? Pensiamo alle prestazioni, poi verrà anche il risultato. Io ho imparato che devo guardare dietro quando passo la palla, battute a parte, è stato un episodio che può capitare. Meglio farne pochi, per carità, ma l'ho superato alla grande con la solita determinazione".
Si guarda avanti.
"Vorremmo fare qualcosa in più rispetto all'anno scorso, ci proveremo".
Sul contratto, grande tranquillità.
"Siamo ancora in fase di trattativa, io spero di rimanere. C'è il rischio che vada via? No, non vado da nessuna parte. La nazionale? Sono qui, aspetto, c'è concorrenza, ma la speranza è sempre forte".
Cannavaro conosce bene Adriano
"Al Parma eravamo compagni di squadra. Ho visto il miglior Adriano visto in Italia. Buttava giù le porte. Cavani? Fortissimo, ha grandi dote fisiche, è difficile marcarlo in allenamento".
Domani ci saranno più di 50mila persone.
 "Noi daremo tutto per vincere la partita".
fonte:marte sport live

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©