Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

CADUTA DI STILE

Davide scivola, Golia esulta


Davide scivola, Golia esulta
20/04/2011, 10:04

Quanta paura c'è nell'aria. Quanta tensione su un tricolore che mai come quest'anno è in bilico tra Davide e Golia. La lotta è dura, e probabilmente non è ancora finita. A cinque giornate dalla fine, la mente è su di giri, le gambe barcollano, e la differenza la fa chi ha più coraggio e più voglia di vincere. La cattiveria non manca a nessuno, l'orgoglio si. E così, anche a Golia tremano le gambe. Lui, grosso, potente, spietato, il più forte al momento in circolazione, ha avuto paura. E probabilmente ancora ce l'ha. La grandezza, sul rush finale, non fa troppa differenza. Occorre l'astuzia e il coraggio di andarsi a prendere la cima più alta. E, a quel punto, anche il più piccolo Davide, quello su cui ad inizio giochi non avresti puntato nemmeno un euro bucato, può farti fuori con una fionda ed un sassolino. Resta difficile, ma non impossibile. Per questo Golia, quando vede Davide cadere sotto i colpi di un azzoppato lottatore friulano, alza la cornetta e urla di gioia. Si complimenta con il suo "eroe", che ha battuto l'acerrimo nemico. Festeggia e sorride al telefono, manco avesse già vinto tutto. Manco fosse stato sconfitto un'aitante e robusto rivale. A perdere era stato Davide, quello piccolo, che in mano non aveva una clava gigante, ma solo una piccola fionda ed un sassolino. E, ad uno ad uno, i sassolini dalla scarpa quest'anno se li era levati tutti, abbattendo colpo dopo colpo i suoi avversari. Golia festeggia, ma a battere Davide probabilmente ci sarebbe riuscito comunque. E che caduta di stile è stata complimentarsi con l'azzoppato friulano che, d'altronde, dovrà incontrare anche lui sul proprio cammino.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©