Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

COSI' TITOLA IL CDS

De Laurentiis: "Il mio Oscar lo dò a Mazzarri"


De Laurentiis: 'Il mio Oscar lo dò a Mazzarri'
13/12/2011, 09:12

Ci pensa lui a suonare la carica, a tirare su il morale a tutti, a chiedere un altro regalo dopo la qualificazione in Champions. Ci pensa Aurelio De Laurentiis: «Ora dobbiamo chiudere al meglio l'anno e cercare di affrontare nel modo giusto Roma e Genoa. Il campionato è più aperto che mai. Dovremo però recuperare i punti persi fin qui perché distratti dai successi in Europa».
DOPO NOVARA - Il presidente è gasato, nonostante il mezzo passo falso di Novara. Ha visto la partita in tv e si è fatto una sua idea: «Contro squadre medio-piccole che si difendono strenuamente, soffriamo sempre. Dovremmo trovare degli antidoti. Poi, ritengo che la distrazione della qualificazione in Champions e la caratteristica del fondo in sintetico di Novara abbiano fatto il resto. Ora si presenta l'occasione per recuperare: due partite in casa, davanti al nostro splendido pubblico che amo profondamente e profitto per fare in anticipo gli auguri di Natale, ci permettono di fare un bel passo avanti. Ci concentreremo sul campionato anche dopo la sosta, quindi affronteremo la Coppa Italia ed a febbraio ci concentreremo sulla Champions».
SOTTO I RIFLETTORI - Il presidente è gasato anche per la presentazione del film «Vacanze di Natale a Cortina» che parte come consuetudine da Napoli con spettatori d'eccezione in sala: la squadra al completo, presentata sul palco ed elogiata pubblicamente tra le ovazioni degli altri invitati. Un tripudio. «A Mazzarri e ai calciatori va l'Oscar per aver creato la miscela giusta. Sono stati straordinari nel superare un girone di ferro, un girone che tutti definivano della morte. A loro va un grande applauso. Ma ora ci aspettiamo un altro regalo, recuperare posizioni in campionato. L'occasione c'è ed anche il tempo per poterlo fare». Giù, applausi scroscianti. Prima della proiezione del film, De Laurentiis, scortato dal figlio Luigi, dal regista Neri Parenti, e da un'autorevole partecipazione del cast (De Sica e la Ferilli), aveva espresso pochi ma significativi concetti sul futuro della sua creatura calcistica: «Il regalo ai nostri tifosi l'abbiamo già fatto. Lo so a cosa volete alludere. Ma io devo guardare alle esigenze della squadra e soprattutto a salvaguardare la bella armonia che si è creata nello spogliatoio. E poi, non siamo il club che ama acquistare calciatori per fare sensazione. Se domani Mazzarri venisse da me a chiedermi un calciatore nuovo, valuteremo e vedremo se si può fare. Ma fin quando non mi arriva un input del genere, non vorrei guastare il giocattolo».
L'EUROPA - Si è soffermato anche sul sorteggio della Champions. Il Napoli potrebbe capitare dall'urna una big del calcio europeo dopo essere entrato a far parte delle migliori sedici: «Contro le grandi non abbiamo mai sfigurato. Non ho delle preferenze particolari, per la verità. Per noi, tutto serve ad accumulare esperienze. In questo anno abbiamo bruciato tante tappe. E anche quelle formazioni che sulla carta possono sembrare meno forti possono bloccarci, come sta succedendo in campionato. L'Apoel? Magari. Ad ogni modo aspetteremo il sorteggio con serenità e non ci strapperemo i capelli se dovessimo affrontare una superpotenza. Anzi, cercheremo di comportarci con dignità e serietà come abbiamo fatto nel girone di qualificazione».
CURIOSITA' - De Laurentiis ha raccontato anche qualche episodio divertente del prossimo film. In particolare, la cooptazione del ct Cesare Prandelli (amico del regista Parenti) nel cast del film. «Quando lo chiamai, in un primo momento pensò che volessi affidargli la panchina del Napoli. Dopo un paio di minuti capì tutto e mi rispose che non sapeva recitare, non se la sentiva. Ma lo convinsi. Nella scena, dopo essere rimasto in panne con l'auto, si convince ad andare a casa di Mara Venier perchè gli fa credere che c'è Cavani. Invece, c'era solo la gigantografia del Matador e lui, divertito, ha posato per una foto». E la Ferilli, trovandosi a Napoli, si lascia scappare anche un «Voglio bene a Napoli ed ai napoletani, forza Napoli. Ah, ci sarà Napoli-Roma domenica? Non lo sapevo...». E giù grandi risate ancor prima di ridere vedendo «Vacanze di Natale a Cortina» con De Sica nella parte del marito super-tradito.
FONTE: CORRIERE DELLO SPORT

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©