Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Parla il presidente del Napoli dopo il successo sull'Arsenal

De Laurentiis orgoglioso: "Ho visto la crescita del gruppo"

Il patron: "Interverremo sul mercato, servono 25 giocatori"

De Laurentiis orgoglioso: 'Ho visto la crescita del gruppo'
12/12/2013, 09:17

NAPOLI. Se c'è una cosa sicura dopo ieri sera, è che il Napoli è diventato una grande squadra. Il successo sull'Arsenal ha inorgoglito staff e tifosi, ma quando ci si mette anche la sfortuna - si sa - è difficile venirne a capo. Il presidente Aurelio De Laurentiis, si dice "contento di aver giocato bene e consapevole della crescita del gruppo. C'è la consapevolezza che Benitez sta lavorando bene, che possiamo crescere e fare un lungo cammino. Dobbiamo perdere il provincialismo che ti porta a giudicare le prestazioni volta per volta, il nostro è un percorso che deve essere proteso nel tempo. Con queste persone andremo lontano, abbiamo cominciato adesso a far funzionare tutti gli elementi e non potremo fare altro che migliorare. Oggi si è visto anche Rafael, che aveva sentito troppo la responsabilità dell'esordio". Passata la Champions, il Napoli si butterà sugli obiettivi rimasti: "Ora abbiamo l'Europa League, il campionato, la Coppa Italia, abbiamo avuto diversi infortunati quindi ci vogliono 25 giocatori di alto livello per il Napoli". Il patron risponde così a chi gli chiede di un eventuale ridimensionamento del mercato di gennaio. ''Il mercato - ha detto - è sempre in fieri. Non è possibile fare tutte le competizioni con 16-17 giocatori come accadeva prima, quando mi si diceva che con troppi giocatori è difficile gestire lo spogliatoio. Invece si possono amministrare 25 giocatori del livello del Napoli". A chi gli chiedeva se l'eliminazione del Napoli dalla Champions League nonostante i 12 punti fatti fosse dovuta ad una formula sbagliata della competizione, De Laurentiis ha risposto: "Platini era uno straordinario giocatore, lo hanno promosso a manager. Non credo che chi sia stato un bravo giocatore sia sempre anche un bravo manager. E ora ce lo ritroveremo anche nella Fifa".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©