Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

De Laurentiis:"Mazzarri resta, ben venga Inler"


De Laurentiis:'Mazzarri resta, ben venga Inler'
18/04/2011, 22:04

De Laurentiis non si abbatte, fa i complimenti a Inler ed è già al lavoro per il futuro del Napoli. Il presidente azzurro questa mattina si è riunito con i suoi più stretti collaboratori, a partire da Fassone e Bigon, per mettere a punto le strategie di mercato per la prossima stagione. Ovviamente al centro della discussione non può che esserci stato Inler, che ieri sera ha punito gli azzurri al San Paolo ma non ha esultato perché probabilmente nel suo destino c'è la maglia azzurra: «Inler ieri sera mi è piaciuto molto», ha detto oggi il numero uno partenopeo. Il presidente non si è abbattuto dopo il ko con la squadra di Guidolin: «L'entusiasmo a Napoli non finisce mai, noi siamo napoletani e questo mi esalta, ne sono molto orgoglioso».

«MAZZARRI RESTA» - In serata il presidente del Napoli ha rilasciato alcune dichiarazioni in occasione del Premio Napoli, consegnatogli al Circolo del Tennis Club: «Stamattina abbiamo lavorato quattro ore sul vivaio. Sono stanco di vedere le nove formazioni un po' di qua e un po' di là. Cominciamo a ricompattarci e vedere dove metterli. Abbiamo fatto una serie di discorsi molto approfonditi. C'è da stabilire anche le affiliazioni e i campi estivi». Poi ancora una battuta su Inler: «Non ha esultato? Forse voleva farsi avanti... Ma lui ha la capacità di recuperare tanti palloni? Sa fare la diagonale come richiede Mazzarri ai suoi centrocampisti? Non so se è adatto al nostro gioco. Ho una grande stima, ben venga, ma se Inler deve venire a certi costi che non posso ammortizzare...». Questione Champions: «Non ho paura di perderla. Ad inizio anno l'obiettivo era il quinto posto: qualsiasi piazzamento più in alto va bene». Chiusura su Mazzarri: «Certo che è confermato anche per l'anno prossimo, ha tre anni di contratto. Troppe ne dovrete vedete con Mazzarri...». Il presidente punzecchia anche le rivali: «Napoli con la coperta corta? Si deve preoccupare di più chi ha la coperta lunga e esce dalle Coppe. Aumenti di ingaggi ? Vorrei calciatori che dicessero, sono orgoglioso di vestire i colori azzurri, non me ne voglio più andare", ma non lo sento fare spesso questo discorso. Sembra che il colore azzurro sia solo il colore del denaro, ma il denaro non mi risulta che sia azzurro di colore
fonte:corrieredellosport

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©