Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

De Magistris: "Il Napoli giocherà al San Paolo, ci metto la faccia"


De Magistris: 'Il Napoli giocherà al San Paolo, ci metto la faccia'
29/06/2013, 14:17

A Radio Crc è intervenuto Luigi De Magistris, sindaco di Napoli: “Nell’incontro con De Laurentiis di ieri, le posizioni non sono rimaste invariate. Il timore complessivo è giusto che ci sia perché quando bisogna avere l’agibilità di uno stadio e fare degli accertamenti approfonditi ed adeguati, che dovevano essere fatti in altri tempi e che non sono stati fatti, è giusto che ci sia un po’ di timore. L’atto è delicato ma a mio avviso si risolverà positivamente perché si giocherà al San Paolo. Superata l’agibilità, si passa agli altri argomenti e col presidente del Napoli ci siamo salutati con la promessa che entro il 10 luglio ci sarà un ulteriore incontro dopo aver ricevuto l’agibilità. Sono fiducioso che tra mille problemi e difficoltà raggiungeremo tutti gli obiettivi nell’interesse della città, dello stadio e della squadra. Uno dei temi più delicati è la corrispondenza della macchina amministrativa alle direttive del Sindaco. Negli anni questa catena a volte ha funzionato e altre volte no. In alcuni casi le volontà del Sindaco non sono state supportate dai collaboratori. Sullo stadio, però, ho elementi per ritenere che l’agibilità ci sarà. Nel passato c’è stata un po’ di superficialità e quindi questa agibilità ci consente di mettere delle basi solide per ristrutturare anche il San Paolo. Noi stiamo lavorando, quindi, non solo per la prossima stagione ma anche per programmare uno stadio nuovo, che è la volontà comune di Sindaco e presidente. Ho attivato i miei collaboratori più stretti affinché ciò accada. Non è una cosa semplice e scontata per cui ci vuole pazienza perché quando si parla di agibilità si parla di sicurezza. Non voglio proprio prendere in considerazione l’ipotesi di giocare altrove. È impensabile che il Napoli giochi fuori dalla città e questo non vale solo per ciò che concerne la prossima stagione. Al di là del carattere un po’ particolare mio e di De Laurentiis, la volontà comune è quella di continuare a giocare a Napoli. Qui c’è un impegno forte del Sindaco, faremo fare accertamenti tecnici a persone competenti ma ripeto, questo non deve essere limitato a ricevere l’agibilità solo per la prossima stagione. Voglio consegnare uno stadio sicuro per i prossimi 5 anni altrimenti i problemi ci saranno sempre. Dobbiamo avere uno stadio all’altezza del grande calcio che offre il Napoli. Dobbiamo essere orgogliosi non solo per la squadra ma anche per lo stadio. Dare lo stadio San Paolo alla società calcio Napoli? A Napoli è sempre tutto complesso e complicato. La situazione non è semplice. La cosa urgente è ottenere l’agibilità poi dobbiamo risolvere la transazione visto che il Comune di Napoli è creditore di una somma cospicua nei confronti della società calcio Napoli. Siamo disponibili a mettere in campo tutte le forze necessarie affinché la convenzione dia garanzie a chi vuole investire soldi oltre ad avere la prontezza delle procedure amministrative. Gli ostacoli sono molti e dall’altra parte dobbiamo avere certezze che ci siano imprenditori pronti ad investire concretamente. Quando sono stati costruiti gli stadi a Torino o a Udine, gli imprenditori ci hanno messo dei soldi e parliamo di una somma importante. Trovo giusto che De Laurentiis voglia da noi garanzie ma permetteteci che le stesse le riceviamo anche noi. Al di là degli annunci, quindi, vogliamo capire la disponibilità economica vera degli imprenditori. Ci metto la faccia, ho messo la mia parola, il presidente la sua per cui sono fiducioso di raggiungere il risultato che è voluto da entrambi oltre che dai cittadini di Napoli. De Laurentiis pronto a costruire lo stadio a Caserta e una linea ferroviaria per il trasporto dei tifosi? Se il presidente la vuole fare, le nostre porte sono aperte, non c’è nessun problema. L’ipotesi Caserta, l’ho detto anche al presidente, è irricevibile, capisco la provocazione ma a Napoli ci sono tutte le condizioni per fare lo stadio ed è inutile entrare negli aspetti problematici che dobbiamo risolvere tra noi ma ripeto, sono fiducioso. Io, come De Laurentiis mi fido solo di me stesso. Le posizioni sono complicate, ma non distanti e raggiungeremo l’obiettivo insieme”.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©