Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LO SCRIVE IL MATTINO

De Sanctis: "Peccato, ma ora guardiamo avanti"


De Sanctis: 'Peccato, ma ora guardiamo avanti'
15/03/2012, 09:03

Recriminazioni anche da parte di De Sanctis. «Siamo riusciti anche a fare gol però non è servito, abbiamo sofferto molto la fisicità del Chelsea. Un vero peccato, dopo il 3-1 dell’andata avevamo una grossa opportunità che non siamo riusciti a sfruttare. Resta comunque di fondo la soddisfazione per la buona Champions disputata ed essere comunque arrivati fin qui. Ora guardiamo avanti e pensiamo al campionato».
Altro azzurro di grande carattere Inler. Suo il gol che ha rimesso in corsa il Napoli. Sua la rete che ha riportato per poco più di un quarto d’ora la qualificazione dalla parte degli azzurri. Inler dopo la rete al Villarreal che aveva regalato la qualificazione agli ottavi poteva lasciare nuovamente il segno allo «Stamford Bridge». Invece è stata solo un’illusione, il Chelsea infatti ha segnato ancora con Lampard su rigore e poi ha chiuso i conti ai supplementari. Una rete bella dello svizzero, ma inutile: un tiro dal limite forte e preciso nell’angolino. Inler il migliore in campo degli azzurri non solo per il gol ma anche per la prestazione, un gigante, a centrocampo ha giocato tantissimi palloni e ne ha sprecati pochi. Lo svizzero che viene fuori nelle partite più difficili, quello dove ci vuole carattere, nelle battaglie. Un gigante a centrocampo, un baluardo in una notte difficile per il Napoli. Lo svizzero ci teneva da morire ad andare avanti, dal primo momento che arrivò a Napoli disse di voler lottare su tutti i fronti. Ma purtroppo non è bastato, per il Napoli la notte della grande speranza si è trasformata nella notte della grande delusione.
Tanti episodi negativi nella serata londinese, a cominciare dall’infortunio di Maggio, uscito nel primo tempo: il Chelsea proprio non gli porta bene, all’andata aveva sbagliato il gol del 4-1. Un infortunio pesante, una defezione comunque pesante per la grande importanza del nazionale di Prandelli anche da un punto di vista tattico. Al suo posto è entrato Dossena e a destra è stato spostato Zuniga. Dossena tra l’altro protagonistta in negativo di uno degli episodi che hanno messo ko il Napoli, suo il fallo di mani che ha determinato il rigore del 3-1 di Lampard.

FONTE: IL MATTINO

Commenta Stampa
di Luigi Russo Spena
Riproduzione riservata ©