Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Battuto il record di giri in 12 ore

Debutto perfetto per la Audi R15 TDI


Debutto perfetto per la Audi R15 TDI
23/03/2009, 12:03

La Audi R15 TDI ha sbaragliato la concorrenza, debuttando sul circuito di Sebring (USA): Dindo Capello, Tom Kristensen e Allan McNish hanno conquistato una storica vittoria sul circuito americano. Completando 383 giri nelle 12 ore, infatti, hanno superato il precedente record di oltre 13 giri.
 
I due prototipi dell’Audi Sport Team Joest hanno portato a termine la più veloce 12 Ore di Sebring mai corsa senza accusare inconvenienti tecnici, nonostante il normale programma di test in Europa si fosse sempre svolto con condizione climatiche avverse e temperature mai superiori ai 15 gradi.
 
A Sebring, invece, il Team Audi ha dovuto affrontare temperature almeno doppie e ha lavorato duramente per risolvere i piccoli problemi presentatisi alla vigilia della gara e per adattare la nuova sportiva al tormentato tracciato americano.
 
La Audi R15 TDI ha subito dimostrato di essere veloce: Allan McNish ha sorpassato in partenza la Acura/Honda che deteneva la pole position, completando il primo giro con più di 5 secondi di vantaggio. Ad animare la gara, poi, è stata la lunga lotta tra le due R15 TDI e le Peugeot 908. Le quattro pretendenti al titolo si sono scambiate la leadership della corsa almeno una dozzina di volte e, per lunghi periodi, sono state separate da poche decine di secondi.
 
Nella fase finale, Allan McNish, sfruttando la nuova distribuzione dei pesi e l’aerodinamica sofisticata della R15 TDI, ha ottenuto un tale vantaggio sulla Peugeot 908 in seconda posizione da potersi permettere un rifornimento veloce senza lasciare la testa della classifica e tagliando il traguardo con un vantaggio di 22,279 secondi sul diretto inseguitore.
 
Il successo è stato completato dal terzo posto dell’equipaggio composto da Lucas Luhr, Mike Rockenfeller e Marco Werner; Luhr e Rockenfeller hanno dovuto affrontare quasi tutta la corsa senza l’aiuto di Marco Werner, infortunatosi a una costola. I due hanno mantenuto il contatto con l’altra R15 TDI fino alle fasi finali, quando un inconveniente alla gomma anteriore destra ha costretto Luhr a fermarsi ai box, per l’unico intervento non programmato della giornata.
 
Con la vittoria nell’edizione 2009, salgono a nove i successi ottenuti dall’Audi sul circuito di Sebring e, per la terza volta, un prototipo della Casa è salito sul primo gradino del podio al suo debutto, dopo la R8 nel 2000 e la R10 TDI nel 2006.
 
 
La R15 TDI si è dimostrata non solo la più veloce e affidabile sportiva al debutto, ma anche la più efficiente. Nel “Michelin Green X Challenge”, classifica in cui il consumo è messo in relazione alle performance, la Audi ha ottenuto la prima e la seconda posizione assoluta.
 
La vittoria alla 12 Ore di Sebring inaugura nel migliore dei modi la lunga stagione di test di sviluppo in vista della 24 Ore di Le Mans, in programma il 13 e 14 giugno, alla quale prenderanno parte tre R15 TDI.
 
 
La classifica
 
 1 Capello/Kristensen/McNish (Audi R15 TDI) 383 giri in 12h 00m 38,638s
 2 Sarrazin/Montagny/Bourdais (Peugeot) + 22,279s
 3 Luhr/Rockenfeller/Werner (Audi R15 TDI) - 2 giri
 4 Fernandez/Diaz (Acura/Honda) - 23 giri
 5 Minassian/Klien/Lamy (Peugeot) - 27 giri
 6 Magnussen/O’Connell/Garcia (Chevrolet) - 34 giri
 7 Beretta/Gavin/Fässler (Chevrolet) - 35 giri
 8 Melo/Kaffer/Salo (Ferrari) - 51 giri
 9 Companc/Russo/Bruni (Ferrari) - 53 giri
10 Farnbacher/James (Panoz) - 54 giri

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.