Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

A MAZZARRI DIRA'...

DeLa dice si a Insigne, nasce il Napoli del futuro


DeLa dice si a Insigne, nasce il Napoli del futuro
23/05/2012, 03:05

“Insigne torna? Si, assolutamente. Ovviamente, però, poi lo devono far giocare. I giocatori giovani possono dare maggiore spontaneità e sfrontatezza alla squadra, portando novità positive”. Con queste parole, che seguono quelle pronunciate negli scorsi giorni (“Se non lo riporto a casa, poi mi chiedono il perché… Mica posso lasciarlo in giro per far giocare Lavezzi”), Aurelio De Laurentiis ha definitivamente chiarito le intenzioni del Napoli.
Il Presidente ha le idee chiare: vuole monetizzare al massimo la cessione dell'argentino e sostituirlo con lo sfrontatello scugnizzo che ha fatto le fortune del Pescara di Zeman. Insigne, dal canto suo, è stato chiaro: “Torno solo se mi fanno giocare” ha detto più volte. E il patron sembra deciso ad accontentarlo.
Ecco che, allora, proviamo ad immaginare cosa dirà De Laurentiis a Mazzarri: “Vendiamo Lavezzi, tu fai giocare Insigne con Hamsik e Cavani. Coi soldi ricavati dalla cessione del Pocho ti prendo un esterno mancino, un mediano ed un difensore”.
Sarebbe il trionfo dell’oculatezza e dell'autofinanziamiento, un passo deciso della società partenopea verso l’altare. La sposa? Il fair play finanziario, logica ossessione del “DeLa”.
Mazzarri potrebbe essere d’accordo, purché i rinforzi siano di qualità e d’esperienza. Niente giovincelli alla Insigne, per intenderci. Una scommessa (o una certezza?), per il coriaceo tecnico toscano, sarebbe più che sufficiente.

 

Commenta Stampa
di Pietroalessio di Majo
Riproduzione riservata ©