Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

"Diego mi voleva al Napoli, non credo a scudetto"


'Diego mi voleva al Napoli, non credo a scudetto'
23/02/2011, 11:02

Arrigo Sacchi ha parlato del Napoli in un'intervista rilasciata al quotidiano Il Mattino. Queste le parole dell'ex allenatore del Milan.

"Nella mia carriera ho persino rischiato di allenare il Napoli, mi voleva Maradona. Però non ci fu mai un'autentica trattativa ma solo dimostrazioni di grande affetto nei miei confronti da parte del giocatore più forte al mondo. A quei tempi sarebbe stato più facile per lui venire al Milan.

Qual è il merito del Napoli di questi anni?
E' il capolavoro di De Laurentiis che crede nel progetto del suo allenatore:cultura, intelligenza, innovazone".

Su questo Mazzarri le somiglia. Le piace il Napoli come gioca?
La verità? Non tanto. Ho sempre pensato che il calcio sia un gioco collettivo, magari sbaglierò, ma la vedo così. E questo Napoli mi sembra che punti troppo sui singoli. Che poi è il male di tutto il calcio italiano".

Ha visto quante accuse agli arbitri?
Non mi piace questa caccia all'errore, è una cosa da terzo mondo. Credo che siano tutte persone oneste e in buona fede, anche nell'errore.

Però Robinho l'ha toccata con il braccio la palla?
Nessun dubio. E l'Inter ha segnato in fuorigioco ma doveva avere un rigore.

Cavani o Ibrahimovic?
Non scelgo, li prendo tutti e due. A entrambi piace sacrificarsi per la squadra come piace a me.

Chi vincerà lunedì sera?
Mai fatto la schedina in vita mia, vuole che cominci ora a fare pronostici?

E lo scudetto?
Se vuole sapere che lo vince il Napoli, non credo...una tra Inter e Milan.

Ma il Napoli entrerà in zona Champions?
Se l suo avversario è la Juvents credo di sì. La partita di Lecce mi ha lasciato allibito.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©