Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Disciplinare, ammenda per il Napoli


Disciplinare, ammenda per il Napoli
22/06/2011, 14:06

La Commissione Disciplinare Nazionale, riunitasi lo scorso 16 giugno a Roma sotto la presidenza dell'avv. Sergio Artico, in relazione ai deferimenti della Procura federale a carico di: Antonino Pulvirenti e Pietro Lo Monaco (Catania), Riccardo Garrone (Sampdoria), Adriano Galliani (Milan), Aurelio De Laurentiis e Andrea Chiavelli (Napoli), Igor Campedelli (Cesena), Luigi Corioni e Attilia Ferrari (Brescia), Roberto Benigni (Ascoli) in riferimento alla violazione di cui all'art.1 comma 1 del CGS e all'articolo 85 lettera A) paragrafo VI e VII delle NOIF, "per non avere utilizzato -si legge nel dispositivo- il bonifico bancario sul conto corrente indicato in sede di ammissione al campionato di competenza, al fine di effettuare il pagamento degli emolumenti ai propri tesserati", e ai sensi dell'art. 4 comma 1 del CGS (responsabilita' oggettiva), ha disposto le seguenti ammende: Pulvirenti, Lo Monaco e SC Catania: euro 26.670 ciascuno; Riccardo Garrone e UC Sampdoria: euro 20.000 ciascuno; Adriano Galliani e AC Milan: euro 50.000 ciascuno; Aurelio De Laurentiis e SSC Napoli: euro 20.000 ciascuno; Andrea Chiavelli: euro 10.000; Igor Campedelli e AC Cesena: euro 3.000 ciascuno; Luigi Corioni, Attilia Ferrari e Brescia Calcio: euro 20.000 ciascuno; Roberto Benigni e Ascoli Calcio 1898: euro 10.000 ciascuno. In relazione al fallimento della societa' Spezia Calcio, a parziale accoglimento del deferimento della Procura federale, la Commissione ha altresi' irrogato le seguenti sanzioni: Giuseppe Ruggeri: inibizione per anni 5; Cristina Cappelluti: inibizione per anni 2; Rocco Russo: inibizione per mesi 6; Accursio Scorza: inibizione per mesi 6; Piero Ausilio: inibizione per mesi 6; Francesco Meriggi: inibizione per mesi 6. Prosciolti da ogni imputazione Roberto Quber, Attilio Paolo Garbini, Angelo Molinari, Stefano Carzola, Giuseppe Sciumbata, Milo Campagni, Mauro Gusberti. Stralciata la posizione relativa a Marco Frione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©