Sport / Calcio

Commenta Stampa

"Dissi a Marino che Pastore era un talento"


'Dissi a Marino che Pastore era un talento'
23/11/2010, 17:11

Il Napoli ha seguito da molto vicino Javier Pastore. La notizia lanciata oggi dai colleghi della redazione di “Calcionapoli24”, è stata confermata da uno dei diretti interessati della vicenda, ovvero Luigi Caffarelli, ex bandiera azzurra ed oggi responsabile del settore giovanile del Napoli. “Ai tempi, circa tre anni fa, io lavoravo con il dg Marino, ero uno dei suoi collaboratori ed osservatori, mi occupavo dello scouting e vedevo molte partite in giro per il mondo e proprio lui mi aveva chiesto di seguire Pastore, giocatore che conosceva già piuttosto bene – ha raccontato Caffarelli ai microfoni di Mediagol.it – così ho visionato diverse partite del campionato argentino dell’Huracan e non ho avuto dubbi, ho fatto una relazione molto positiva che ancora è conservata nel mio computer in cui ho scritto che era un talento. Classe cristallina, tecnica sopraffina e futuro da campione, se non erro erano alcuni dei termini che avevo utilizzato nella relazione. Come mai l’affare non è andato in porto? Noi avevamo già in squadra Lavezzi e probabilmente si pensava poteva essere un doppione anche se io da ex calciatore ai tempi di Maradona sono dell’idea che i calciatori bravi un posto in campo lo trovano sempre, tatticamente parlando. Per quanto mi riguarda – ha concluso Caffarelli – la mia relazione su Pastore era stata positiva, poi non so se c’erano o no accordi economici tra i club, o la dirigenza e il giocatore. Sono cose che non rientravano nelle mie competenze e in cui quindi non entro nel merito”.
fonte:Mediagol

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati