Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

IL CILENO DIVIDE?

Divergenze DeLa-Mazzarri, la chiave è Vargas?


Divergenze DeLa-Mazzarri, la chiave è Vargas?
03/04/2012, 21:04

Aurelio De Laurentiis non vuole sfasciare niente, anzi. Il presidente, però, vuole cambiare per ottimizzare e migliorare. Il patron non è soddisfatto della gestione dei giovani acquistati dalla società. Edu Vargas è il caso emblematico: 11 milioni di euro sborsati per una promessa di 22 anni che praticamente non si è vista. E Vargas è anche il nodo tra le divergenze di vedute tra il patron e l'allenatore: Mazzarri ha saputo dell'arrivo del cileno appena qualche giorno prima, ma fu rassicurato dalla società. Non c'era fretta di farlo giocare, poteva gestirlo con la dovuta calma. Però, a fronte di un decadimento di forma dei titolari, il patron - che è sempre stato entusiasta dell'acquisto di Vargas - avrebbe voluto almeno una prova in campo delle qualità del ragazzo.
I risvolti futuri sono dietro l'angolo: come rivela il Mattino, De Laurentiis ha deciso di non concentrare su una persona sola tutto il potere di cercare giovani talenti in giro per il mondo, ma di separare gli incarichi. Dunque ridimensionerà il ruolo 'ufficioso' che con il passare dei mesi ha concentrato su di sé Alejandro Mazzoni, il manager di Lavezzi, plenipotenziario del club azzurro in Sudamerica: lo sbarco alla corte di Mazzarri di Fideleff, Fernandez e Chavez porta la sua firma. Il capo osservatori Micheli, invece, è confermatissimo al pari del ds Bigon che, come annunciato settimane fa da Calciomercato.com, presto rinnoverà il contratto.
FONTE: Giovanni Scotto per Calciomercato.com

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati

23/04/2009, 14:04

Il flop del Bagaglino