Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA CALMA

"Dobbiamo restare umili, pubblico fantastico"


'Dobbiamo restare umili, pubblico fantastico'
20/12/2010, 14:12

Il difensore azzurro Gianluca Grava, ospite negli studi di radio marte, ha detto la sua sulla partita contro il Lecce, su dove può arrivare questa squadra e si è anche tolto qualche sassolino dalla scarpa.
"Al gol sono saltato addosso a Mazzarri e volelo strappargli la camicia, un pò il suo mantello da super eroe. Adesso dobbiamo restare con i piedi per terra e pensare ad una partita alla volta. Bisogna mantenere la calma e lo dice uno che è prima tifoso del Napoli e poi giocatore. Le basi di questo grande avvio di campionato sono state messe nel corso della scorsa stagione. Noi sappiamo che alla fine non abbiamo ancora ottenuto nulla di concreto. Il campionato è ancora lungo e difficile, tireremo le somme alla fine della stagione."
Grava è stato molto criticato nel corso di questa stagione ma non solo.
"Forse qualche critica era un pò esagerata, soprattutto quelle che non riguardavano il mondo del calcio, ma se ti prendi gli applausi devi prenderti anche le critiche. Alla fine parla il campo, io alle critiche rispondo solo dando il massimo con la maglia del Napoli."
Ma dove può arrivare questa squadra?
"Adesso ci sono due partite difficilissime come quella con l'Inter e la Juventus. Vedremo cosa accadrà dopo questi due incontri. L'importante è dare continuità ai risultati, solo così si può arrivare in alto."
Quanto conta la carica del San Paolo?
"Dal campo si sente molto la carica che ti dà il pubblico, si sente la fiducia che la gente ha in noi e questo ci aiuta molto."
Un regale di Natale alla genete di Napoli?
"Felicità per tutta la gente che soffre"

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©