Sport / Pallanuoto

Commenta Stampa

Domani 4 maggio, ore 20,30 alla Scandone si gioca gara 2 della semifinale play off tra CN Posillipo e Pro Recco


Domani 4 maggio, ore 20,30 alla Scandone si gioca gara 2 della semifinale play off tra CN Posillipo e Pro Recco
03/05/2012, 11:05

Ultima possibilità per il Posillipo, domani 4 maggio, ore 20,30 alla Piscina Scandone, (diretta Rai Sport 2) di conquistare il diritto a disputare gara tre della semifinale play off contro la Pro Recco; infatti, dopo la sconfitta subita la scorsa settimana in Liguria, solo la vittoria nell’incontro di domani può costringere gli avversari ad andare alla “bella”.
Ovviamente non sarà un’impresa facile, ma la formazione rossoverde ha dimostrato, proprio a casa dei Campioni d’Italia e nonostante un indiscutibile, ma certamente bugiardo punteggio finale, di avere le armi giuste e la giusta intensità di gioco per tentare di battere i bianco-celeste.
Ed è il giovane, ma esperto centrovasca rossoverde Paride Saccoia a fare l’istantanea delle speranze e delle attese di tutta la squadra:
“ Loro partono sicuramente favoriti, sono i Campioni d’Italia, ma noi giocheremo la nostra partita e, dopo la buona prova offerta in gara 1, anche se penalizzati da un risultato che non rispecchia il vero andamento della partita, sono convinto che con un pizzico di cattiveria in più e davanti al nostro pubblico che mi auguro sia numeroso come nei quarti, riusciremo a portare a casa il risultato e costringere alla bella i nostri avversari. In questo finale di stagione stiamo dimostrando di stare davvero bene e concentrati e di avere la giusta carica per tentare di ottenere i risultati che il Posillipo merita. Per me che ho incominciato a nuotare per questi colori quando avevo solo quattro anni, il Posillipo non rappresenta solo una squadra ed una società alla quale sono molto legato, ma innanzitutto una fede e, proprio grazie a questa fede ed alla fiducia che ho nella forza della nostra squadra, sono fermamente convinto che possiamo farcela”. L’incontro sarà arbitrato da: Stefano Riccitelli di Roma e Cristna Taccini di Torino –  delegato FIN Ricci.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©