Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Al "San Paolo" domani sera non solo calcio

Domani sera l'Italia in campo con Save the Children

Azzurri e Figc in sostegno alla campagna "Every One"

Domani sera l'Italia in campo con Save the Children
14/10/2013, 11:21

NAPOLI. Domani la Nazionale scenderà in campo a Napoli con Save the children. Continua infatti il sostegno della Federazione italiana giuoco calcio alla campagna "Every One" di Save the children, campagna che vuole fermare la silenziosa morte di 6,6 milioni di bambini che ogni anno perdono la vita prima di aver compiuto 5 anni per malattie prevenibili e curabili, come la malaria, la dissenteria o la polmonite. Uno ogni 5 secondi.

Per questo domani, in occasione dell'incontro allo stadio "San Paolo" di Napoli tra Italia e Armenia, il 'palloncino rosso', simbolo della campagna e della vita di un bambino, popolerà lo stadio e arriverà nelle mani del Ct, Cesare Prandelli.

Partirà così la campagna di raccolta fondi attraverso il numero unico solidale 45509, attivo fino al 3 novembre, grazie al quale tutti potranno contribuire con 2 euro inviando un sms o donando 2 o 5 euro chiamando lo stesso numero da rete fissa. I fondi raccolti in Italia saranno destinati alla realizzazione di progetti in Etiopia, Malawi, Mozambico, Egitto, Nepal.

Save the children ricorda che per fermare la mortalità infantile bastano semplici soluzioni a basso costo come un sapone, una zanzariera, un vaccino. Se tutti gli spettatori medi di uno stadio inviassero un sms da 2 Euro al 45509, si potrebbero avere aiuti per 80.000 euro, sufficienti a fornire dosi di cibo altamente proteico a 16mila bambini gravemente malnutriti.

Domani, attraverso un videomessaggio di Prandelli e un crawl testimonieranno il sostegno degli Azzurri e della Figc alla campagna di donazione. Lo spot sarà inoltre trasmesso nel corso della telecronaca della partita che andrà in onda su Rai 1 e sui maxi schermi dello stadio "San Paolo". In bocca al lupo agli azzurri e alla campagna "Every One".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©