Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

L'ombra dell'ex tecnico dell'Inter sul livornese

Domani vertice De Laurentiis-Mazzarri. Ma c'è Gasperini...


.

Domani vertice De Laurentiis-Mazzarri. Ma c'è Gasperini...
30/05/2012, 10:05

Arriverà domani mattina a Napoli Aurelio De Laurentiis. Pronto ad un giovedì di lavoro, il presidente azzurro incontrerà il suo allenatore. La fine di un mese entusiasmante, apertosi con la vittoria della Coppa Italia, sarà il crocevia del futuro partenopeo. Se son rose,fioriranno. Altrimenti, come natura vuole, sul finire di maggio con le rose potrebbe appassire anche il feeling tra presidente ed allenatore. Per ora, i due, sono su binari diversi. Il tecnico, forte anche della vittoria del trofeo, pretende un mercato ad alti livelli. Con l’addio a Lavezzi, servirà un altro top player e, come più volte richiesto, qualche acquisto di spessore in difesa ed a centrocampo. Niente rincalzi, insomma, ma pedine di livello e ben pagate. Logico dedurre che non la pensa così De Laurentiis, da sempre patron attento alla spesa e lontano dalle follie di calciomercato.
Basterà una visione del futuro diversa a rompere l’incantesimo? Lo si scoprirà domani. Nel frattempo, c’è già chi ha avanzato la figura di Gian Piero Gasperini sulla panchina del Napoli. Ipotesi non confermata nè smentita ai microfoni della Julie da Simone Canovi, agente Fifa molto vicino all’ex tecnico dell’Inter: “Personalmente – ha detto Canovi – ritengo Mazzarri uno dei migliori allenatori in Italia. Per questo non credo che il Napoli se ne privi così facilmente. Normale che, se ciò dovesse accadere, vedrei benissimo Gasperini sulla panchina azzurra, anche in virtù dell’organico che ha il Napoli. Ma non credo che Mazzarri vada via”.
Canovi ha poi parlato anche di Lavezzi e delle avance dell’Inter per il Pocho: “Penso che quando il PSG vuole fortemente un giocatore è difficile fargli concorrenza… - afferma malizioso, riferendosi all’offerta fatta dai francesi per l’argentino – So però che Marco Branca è molto attento sul mercato. Come al solito ha preferito assicurarsi una pedina (Rodrigo Palacio, ndr) e poi restare a guardare l’evolversi del mercato”. Più Francia che Italia, dunque, nel futuro di Lavezzi.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©