Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Domenica parte il "Trofeo Motorsannio-Metzeler"


Domenica parte il 'Trofeo Motorsannio-Metzeler'
01/04/2011, 15:04

Parte questo fine settimana la dodicesima edizione del Trofeo Motorsannio, kermesse che vede sfidarsi i migliori piloti di Supermoto delle regioni meridionali. Tante le novità in programma. La prima riguarda il main sponsor, che è Metzeler. Il marchio tedesco produttore di pneumatici sarà il fornitore unico dei piloti che si sfideranno tra gare su Motard e su Pit Bike. Proprio le piccole pesti sono la seconda simpatica novità del 2011. Oltre trenta pre-iscrizioni pervenute presso la segreteria del Moto Club Motorsannio lasciano ben sperare per la disputa di gare all’insegna del sano agonismo e dello spettacolo. Sono trenta, invece, le prenotazioni per le classi S1, Open e S4, quelle riservate alle Supermoto. Nonostante la crisi colpisca inesorabilmente il settore delle due ruote, il lavoro svolto da Enzo Gnerre e dal suo staff ha posto le basi per permettere anche quest’anno lo svolgimento di un campionato dove potersi divertire derapando tra un cordolo e l’altro: “Purtroppo – analizza Gnerre, meglio conosciuto come la Volpe del Sannio – è sempre più difficile organizzare eventi sportivi che riguardano il mondo dei motori. Molte persone che prima erano assidui frequentatori dei circuiti, oggi sono costretti a rinunciare a fare delle gare, perché diventa arduo arrivare alla fine del mese. Da parte nostra c’è tutto l’impegno a ridurre all’essenziale i costi d’iscrizione, senza però rinunciare a quei canoni di sicurezza che ci permettono di sfidare il cronometro senza correre grossi rischi. In tutto saranno sette le tappe del trofeo, che ci porterà in giro tra i migliori impianti della Campania, della Puglia, della Calabria e della Basilicata”. La Volpe del Sannio prima ancora d’essere un valido organizzatore, è un fine interprete della disciplina, con molti titoli all’attivo: “Sarò – dice Enzo – impegnato nella categoria S1. Le cinquanta primavere che dopo il 14 aprile avrò alle spalle, insieme a qualche acciacco di troppo, iniziano a farsi sentire. A questo si aggiunga anche il livello degli avversari alto, pertanto diventa difficilissimo lottare per la vittoria finale. Scenderò in pista con lo spirito di divertirmi, e se avrò la possibilità di essere in lizza per il gradino più alto del podio, certamente non mi tirerò indietro”.

Commenta Stampa
di Alfredo Di Costanzo
Riproduzione riservata ©