Sport / Vari

Commenta Stampa

DOPO LE FERIE LA CARPISA-YAMAMAY PUNTA AL MONDIALE


DOPO LE FERIE LA CARPISA-YAMAMAY PUNTA AL MONDIALE
02/09/2008, 13:09

Dopo oltre un mese di stop, torna il rombo dei motori dell’Offshore Classe 3/2 litri. In attesa della ripresa del Campionato Italiano, con le ultime tappe che assegneranno il Tricolore 2008, questa prima settimana di settembre sarà appannaggio della competizione per eccellenza, la più importante a livello globale come solo un Mondiale può essere. Da oggi (2 settembre), fino a domenica (7 settembre) i maggiori team di offshore del mondo si daranno infatti battaglia in Inghilterra, a Guernsey, nelle Channel Islands (situate a 70 miglia dalla costa meridionale della Gran Bretagna), per contendersi la corona dell’“Uim 2 litre Offshore Powerboat Worl Champions”, ovvero il Campionato del Mondo della Classe 3, il cui titolo, è già stato sfiorato negli ultimi due anni proprio dall’equipaggio partenopeo del “Carpisa Yamamay” dei piloti Diego Testa e Giovanni Di Meglio, alfieri della vincente tradizione motonautica del Circolo Canottieri Napoli.

E saranno proprio loro, anche questa volta, a rappresentare l’Italia nel Mondiale in acque inglesi che aprirà oggi i battenti e che si svilupperà, come di consueto, su 3 gare lungo il percorso tracciato a largo del St. Peter Port di Guernsey: la prima prova è in programma giovedì 4 settembre sulla distanza delle 60.77 miglia totali; la seconda, invece, si disputerà sabato 6 settembre (59.11 miglia totali) precedendo poi il gran finale di domenica 7 settembre quando andrà in scena la terza ed ultima gara, la più lunga della prestigiosa competizione (80.26 miglia totali). La somma dei punteggi assegnati, secondo l’ordine d’arrivo, in ciascuna manche, stilerà quindi la classifica generale che assegnerà l’oro, l’argento ed il bronzo iridato 2008. Iscritti circa una ventina tra i bolidi del mare più competitivi e provenienti da diverse Nazioni, come la stessa Inghilterra, ma anche da Francia e dai Paesi Scandinavi con in testa la Svezia. Si preannuncia quindi grande battaglia, ma il portabandiera azzurro “Carpisa Yamamay”, dopo aver bissato nel 2007 l’argento iridato, punta con fiducia al massimo risultato. Il vertice del Campionato Italiano e la vittoria dello scorso giugno del titolo europeo, sono infatti l’ottimo biglietto da visita con cui i piloti napoletani Testa e Di Meglio si presenteranno ai nastri di partenza.
«Sento che questa sarà la volta buona - afferma grintoso Diego Testa -. Finora il nostro scafo si è dimostrato sempre molto competitivo in qualsiasi condizione di mare. In più, per prepararci al meglio, siamo arrivati qui a Guernsey già da qualche giorno. Sappiamo che la competizione non si rivelerà facile - prosegue il pilota napoletano - dal momento che sfideremo il top dell’offshore straniero tra cui alcuni dei campioni iridati degli scorsi anni, ma io e Giovanni confidiamo di poter ben figurare, anzi l’obiettivo è quello di migliorarci ancora…». Titolo iridato dunque nel mirino: «Beh… Dopo due secondi posti è il momento di salire l’ultimo gradino. E poi, sarebbe davvero importante coronare la stagione con un grande slam: l’Europeo è già conquistato ed, in attesa di raggiungere il mio quinto tricolore, è ora di provare a vincere quest’alloro mondiale».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©