Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Dopo Mazzarri, Gasperini. Ecco perchè...


Dopo Mazzarri, Gasperini. Ecco perchè...
13/05/2011, 10:05

La fretta sarà pure cattiva consigliera, ma sciogliere subito il nodo Mazzarri è l'unica priorità di Aurelio De Laurentiis. C'è un contratto, è vero. Tuttavia, con ogni probabilità, non sarà rispettato e la sicurezza ostentata in questi giorni dalla società partenopea stride clamorosamente con i contatti che il presidente azzurro e il ds Bigon starebbero prendendo con i possibili sostituti.

Gasperini puntato - Non è un mistero che a De Laurentiis piaccia Gian Piero Gasperini: il tecnico di Grugliasco, esonerato dopo 4 anni sulla panchina del Genoa, è in pole position per l'eventuale avvicendamento con il collega livornese, venendo riconosciuto dagli addetti ai lavori come l'erede naturale per modulo di gioco e idea di calcio. La difesa a tre per ripartire da dove lascerà Mazzarri: anche se – rimanendo nel doveroso ambito delle ipotesi – quello di Gasperini non è l'unico nome a circolare. Difficilmente Edy Reja – molto citato di recente - tornerà sulla panchina azzurra: piuttosto, qualcuno con chissà quanta dose di fantasia, ha ipotizzato un ruolo di consulente per il tecnico goriziano, che medierebbe tra De laurentiis – da sempre professatosi amico di Reja – e lo stesso Gasperini.

Altri nomi - Possibili cavalli di ritorno, a distanza di quasi 20 anni, anche Marcello Lippi e Claudio Ranieri, che a differenza degli altri "candidati" hanno maggiore esperienza internazionale. Quella che, con le debite proprorzioni, ha accumulato anche Delio Rossi negli anni alla Lazio. Insieme a Gasperini, forse il maggior pretendente alla panchina del Napoli, a patto che lui chiarisca al più presto la posizione con il Palermo e che Mazzarri sancisca una volta per tutte l'addio agli azzurri. Fonte: SportItalia.com

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©