Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

PARLA BRASCHI

"Dossier del Napoli? Mai arrivato e mai arriverà"!


'Dossier del Napoli? Mai arrivato e mai arriverà'!
06/02/2012, 11:02

Solo qualche giorno fa, Aurelio De Laurentiis (presidente del Napoli) aveva chiesto ai vertici arbitrali «di spiegare in pubblico le decisioni prese». Detto, fatto.
Ieri - Stefano Braschi, il designatore dei fischietti, non si è «spaventato » dopo un pomeriggio particolare, confermando l’impegno preso con la Domenica sportiva. Così in serata ha evitato il tradizionale linguaggio diplomatico tipico delle istituzioni, rispondendo in modo chiaro e soprattutto rispedendo al mittente le accuse che la Juve (tramite il d.g. Beppe Marotta) gli aveva mosso: «Pretendiamo rispetto, vogliamo arbitri più esperti».
Tutti uguali - Braschi dopo aver rivisto le immagini di Juve-Siena si è sfogato: «Se dobbiamo commentare l’episodio è un discorso, per il resto preferisco stare zitto...». Ma poi la tempra da combattente e lo spirito toscano hanno prevalso. Il designatore proprio non è riuscito a restare in silenzio quando in studio gli hanno letto le frasi rilasciate da Marotta. «Che cosa vuol dire che la Juve merita rispetto, le altre squadre non lo meritano? È vero, il rigore poteva anche starci, ma noi stiamo facendo girare gli arbitri, gli internazionali e i meno esperti, per tutte le formazioni proprio perché credo sia corretto avere rispetto per tutti. Il fatto che la Juve, prima in classifica con merito, abbia avuto in questa stagione un solo rigore a favore a volte è anche fisiologico. Io non conoscevo questo dato, ma ricordo un Milan campione d’Italia senza rigori. Mi chiedo, comunque: l’ultima in classifica non merita lo stesso rispetto della capolista? L’arbitro va scelto in funzione della condizione, della gara e di tante altre cose, ma il concetto base è che tutti meritano lo stesso rispetto, Juve compresa».
E sulle perplessità per la giovane età di Peruzzo, la replica di Braschi è stata categorica: «Oltre agli internazionali abbiamo dei ragazzi molto giovani e bravi che vanno fatti crescere facendoli dirigere sia la Juve che tutte le altre squadre».
No comment, invece, sull’espulsione di Ibra: «C’è il giudice sportivo che deve prendere una decisione, ogni mia parola sarebbe fuori luogo».
E sul dossier annunciato dal Napoli sui presunti torti subiti, Braschi con un sorriso ha risposto: «Non è arrivato e non credo arriverà mai. Il gol annullato a Pandev contro il Cesena? Giusto, c’era il fuorigioco».
Beretta - Alla Domenica sportiva era presente anche Maurizio Beretta, presidente della Lega A, che sulle dichiarazioni della Juve verso gli arbitri ha commentato: «Non farei un processo alle intenzioni su delle frasi che a caldo ci possono stare». Beretta ha poi ricordato: «Nostalgia sulle gare tutte alla domenica pomeriggio? Dobbiamo guardare i numeri: negli stadi ci sono 250 mila persone, davanti alla tv in 9 milioni e mezzo. E sono questi ultimi, assieme a chi va allo stadio, che fanno della A un fenomeno unico nel nostro Paese».
FONTE: GAZZETTA DELLO SPORT

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©