Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

"E' il mio Napoli, Datolo poteva servire"


'E' il mio Napoli, Datolo poteva servire'
11/11/2010, 19:11

Lavezzi è senza dubbio l’uomo del giorno e lo ha sottolineato anche l’ex direttore generale del Napoli, Pierpaolo Marino: “Lavezzi ora è più preciso in zona gol – ha spiegato nel corso di Sport Show - anche se segna sempre quando gioca da seconda punta avendo Cavani come punto di riferimento. Per me è il miglior straniero arrivato in Italia negli ultimi anni, può ancora crescere perchè ha solo 25 anni, si parla tanto di Cassano ma Lavezzi come rendimento, fantasia e velocità non ha niente da invidiare al barese. Il Napoli con la vecchia struttura che ho costruito io, alla quale si è aggiunto Cavani, è competitivo per i massimi livelli. Può proporsi come outsider e dovrebbe crederci, anche se deve ricorrere sempre ai titolarissimi anche nelle occasioni in cui viene adottato il turn-over. È come se ci fossero due Napoli, con una squadra di titolari fortissima e alternative non di livello, è una coperta corta e sono stati fatti partire giocatori che potevano servire alla causa, come Contini. Ora si cerca un giocatore mancino in difesa ma uno come lui poteva far comodo, così come Datolo, che gestito bene poteva cambiare le partite in corso, come alternativa ad Hamsik. Proprio lo slovacco, invece, non è valorizzato dallo schema, perché gioca da trequartista ma non può essere determinante in quella posizione, dovrebbe fare il terzo di centrocampo a sinistra per dare il meglio. Il Napoli era la terza squadra più giovane del campionato quando arrivammo in serie A, adesso sta raccogliendo i frutti”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©