Sport / Calcio

Commenta Stampa

L'ultima sfida l'hanno vinta gli azzurri

E' il momento di Napoli-Bologna: precedenti e formazioni


E' il momento di Napoli-Bologna: precedenti e formazioni
14/02/2009, 09:02

E’ la notte della verità, una notte che il Napoli spera di colorare d’azzurro. Questa sera allo stadio San Paolo andrà in scena la gara con il Bologna, una sfida che non vale solo tre punti, ma potrebbe significare la svolta.
La classifica vede i padroni di casa a quota 34 punti mentre è il Bologna è lontano con 22, la squadra azzurra, però, sa di non dover cadere nel tranello di sottovalutare l’avversario che mette sempre l’anima in ogni gara come fosse l’ultima. Basta vedere la frenata del Milan con la Reggina, il pari dell’Inter con il Torino, la sconfitta della Juventus con il Cagliari, oltre alla sconfitta dello stesso Napoli con il Chievo per capire che le classifica non svela già il finale della storia, ma sono anche le motivazioni, e di queste i partenopei ne hanno da vendere.
Edy Reja, però, dovrà fare a meno di Marek Hamisk che non siederà neanche in panchina, spazio a Datolo che farà il suo esordio proprio nello stadio di casa che tanto lo attende.
A vincere l’ultima sfida fu il Napoli in serie B: il 18 novembre 2006 finì 1-0 con rete di Calaiò su rigore.
Per trovare una vittoria del Bologna, provato ieri dalla scomparsa della sua bandiera Giacomo Bulgarelli, si deve andare al 22 ottobre 2000: 1-5.
Per quanto concerne i precedenti con l’arbitro Banti, il Napoli ne può contare cinque: quattro vittorie e una sconfitta.
I due tecnici hanno fatto le loro scelte questa sera si va in campo così: Reja schiera Navarro in porta; Cannavaro-Rinaudo e Contini in difesa; Maggio-Blasi-Gargano-Datolo e Vitale a centrocampo; in avanti Lavezzi-Denis e non Zlayeta come si pensava all’inizio. In ballottaggio Santacroce e Rinaudo.
Diffidati: Vitale, Aronica, Blasi, Rinaudo e Maggio.
Mihajlovic risponde con Antonioli tra i pali; Zenoni-Terzi-Moras e Lanna in difesa; Valiani-Mudingayi- Volpi-Mingazzini e Bombardini a centrocampo con Di Vaio unica punta.

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©