Sport / Vari

Commenta Stampa

ECCLESTONE: IN F1 MOTORE UNICO DAL 2010


ECCLESTONE: IN F1 MOTORE UNICO DAL 2010
09/10/2008, 13:10

Proposta rivoluzionaria di Bernie Ecclestone per la Formula Uno: un motore unico per tutte le squadre, a partire dal 2010, e la possibilità di usarne solo due per macchina nel corso di ciascun campionato. La proposta, avanzata con la collaborazione di Max Mosley, è finalizzata allo scopo di abbattere i costi della Formula Uno, che sono diventati talmente ingenti da creare difficoltà a molti team. Se venisse approvata la proposta, ogni team si limiterebbe all'assemblaggio e a metterci il proprio marchio sopra. Già nella stessa ottica negli ultimi anni sono state apportate misure di questo genere: dal monogomma (attualmente è la Bridgestone a fornire i pneumatici in Formula 1, dopo aver vinto l'appalto contro la Michelin; e continuarà fino al 2010) all'obbligo di utilizzare lo stesso motore per due Gran Premi.

Il punto è che queste norme abbasseranno senz'altro i costi di gestione dei team, ma riducono anche lo spettacolo durante una gara. Oggi già abbiamo molte piste del circuito di Formula Uno che sono assolutamente inadatte ai sorpassi, dove una Red Bull può tenere dietro di sè una Ferrari o una McLaren per tutta la gara senza troppa fatica. Se mettiamo anche il motore unico, i sorpassi avverranno solo ai box o quando qualcuno ha un incidente. E poi, col limite di due motori che facciamo se uno è sfortunato e li rompe entrambi, magari a cinque gare dalla fine? Si guarda da casa gli ultimi due mesi di campionato? E poi ci sono case automobilistiche, come la Ferrari, che mantengono un nome grazie alla Formula Uno. Se dovessero usare il motore altrui, il danno di immagine sarebbe enorme.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©