Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Ecco la verità sul caso Miccoli


Ecco la verità sul caso Miccoli
08/04/2011, 13:04

Arriviamo a domenica e alla distinta. Il tecnico consegna la formazione al segretario Francoforte. Quello che materialmente dovrà stilare la lista da presentare all'arbitro. Nella distinta Miccoli è titolare al fianco di Pinilla mentre Pastore è in panchina. Il colpo di scena matura prima di salire sul bus che porta la squadra al 'Massimino'. Alcuni giocatori sono venuti a conoscenza delle perplessità mostrate da Zamparini su Miccoli e la cosa arriva all'orecchio del capitan,o che certo non ci rimane bene e a quel punto chiede di non giocare. Nello spogliatoio rosanero a Catania l'atmosfera si riscalda presto. La fascia da capitano e il gagliardetto che sono sulla panca occupata da Miccoli passano su quella di Cassani. Il segretario Francoforte, che ha già consegnato la distinta all'arbitro Morganti, si precipita nella stanza del direttore di gara e se la fa riconsegnare. Strappa la prima copia e la sostituisce con una nuova nella quale Miccoli è in panchina con Pastore ed Hernandez viene schierato titolare.

Il capitano entra in campo con le scarpe da ginnastica e si siede in panchina dove vedrà la squadra umiliata dal Catania e dove sentirà i cori di scherno di tutto lo stadio indirizzati nei suoi confronti. A fine partita, mentre Cosmi capisce di avere le ore contate sulla panchina, Miccoli scuro in volto intima a tutti di non parlare di lui nelle interviste post-gara. Quando il bus dei rosa torna a Palermo, Miccoli e Cosmi scendono prima che il pullman arrivi allo stadio dove ci sarà la contestazione dei tifosi. 'Non mi andrebbe nemmeno di replicare al presidente, ma in tutte le vicende - dice Cosmi - ci sono sempre due verità. La mia è diversa da quella di Zamparini, ma io ho i testimoni di quello che dico. Non sono stato io a far fuori Miccoli'.

Miccoli non parla, ma parla Zamparini. 'Cosmi non dice il vero. Le sue parole mi fanno male e sono piene di acredine. Certamente non chiederò più informazioni sulla squadra che andrà in campo. Miccoli è un giocatore importantissimo. Un nostro patrimonio. Il nostro capitano. Quello a cui sono più legato'. Tutte cose che Zamparini, che oggi sarà a Palermo, dirà di persona al salentino.

Fonte: La Repubblica - Palermo

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©