Sport / Formula1

Commenta Stampa

2° Button, 3° Alonso

Encomiabile Vettel: 11° successo stagionale


Encomiabile Vettel: 11° successo stagionale
30/10/2011, 13:10

GREATER NOIDA (INDIA)  - Non poteva che essere Sebastian Vettel il vincitore della prima edizione del Gran Premio d’India. Il tedeschino con una guida davvero impeccabile e una vettura che non ha nulla da invidiare al tappeto volante di Aladino, si è aggiudicato l’11ª vittoria stagionale, e con due GP ancora da disputare, il record di 13 vittorie in una sola stagione di Schumacher, è sempre più vicino. Il pilota della Red Bull ha preceduto al traguardo Jenson Button su McLaren, autore di una grande gara, che ha fatto dimenticare la deludente prestazione in qualifica del Sabato. Terza la Ferrari di Fernando Alonso, che si è piazzata finalmente sul podio, ma che non è mai riuscita a tenere il passo dei primi, troppo superiori le scuderie di Woking e di Milton Keynes rispetto alla casa di Maranello. L’altro Ferrarista Massa, non è arrivato al traguardo a causa della rottura della sospensione di sinistra, ma comunque Felipe (purtroppo) fa notizia soltanto per l’ennesimo scontro con Hamilton, che molto probabilmente lascerà strascichi per tutto il termine della stagione. Il brasiliano si è beccato per la collisione con l’inglese una penalità, ma onestamente per l’incidente sembrava non aver alcuna colpa: Hamilton Al 24° giro l’inglese ha infilato il muso all’interno della traiettoria verso sinistra nel tentativo di passare il brasiliano, che sembrava abbastanza davanti. Chiusura della curva per Felipe e contatto inevitabile. La gara comunque è stata davvero noiosa. Alla partenza Vettel gira in testa alla prima curva e mantiene la sua posizione di leader per tutta la gara; sorpassi vengono regalati soltanto da Button, che approfittando di una traiettoria larga di Alonso alla prima curva si è piazzato al 3° posto e successivamente sfruttando il lungo rettilineo ha superato Webber, mettendosi così alla rincorsa disperata quanto inutile di Vettel. Le uniche emozioni sono state regalate dal duello Webber-Alonso, che si è deciso a favore dello spagnolo grazie alla sosta finale, dove i meccanici del cavallino sono stati perfetti, permettendo il sorpasso sull’australiano.
Ordine d'Arrivo:
 
 
01. Vettel Red Bull-Renault 1h30:35.002
02. Button McLaren-Mercedes + 8.433
03. Alonso Ferrari + 24.301
04. Webber Red Bull-Renault + 25.529
05. Schumacher Mercedes + 1:05.421
06. Rosberg Mercedes + 1:06.851
07. Hamilton McLaren-Mercedes + 1:24.183
08. Alguersuari Toro Rosso-Ferrari + 1 giro
09. Sutil Force India-Mercedes + 1 giro
10. Perez Sauber-Ferrari + 1 giro
11. Petrov Renault + 1 giro
12. Senna Renault + 1 giro
13. Di Resta Force India-Mercedes + 1 giro
14. Kovalainen Lotus-Renault + 2 giri
15. Barrichello Williams-Cosworth + 2 giri
16. D’Ambrosio Virgin-Cosworth + 2 giri
17. Karthikeyan HRT-Cosworth + 3 giri
18. Ricciardo HRT-Cosworth + 3 giri
19. Trulli Lotus-Renault + 4 giri
 
Classifica Piloti:
 
01. Sebastian Vettel 374
02. Jenson Button 240
03. Fernando Alonso 227
04. Mark Webber 221
05. Lewis Hamilton 202
06. Felipe Massa 98
07. Nico Rosberg 75
08. Michael Schumacher 70
09. Vitaly Petrov 36
10. Nick Heidfeld 34
11. Adrian Sutil 30
12. Kamui Kobayashi 27
13. Jaime Alguersuari 26
14. Paul di Resta 21
15. Sebastien Buemi 15
16. Sergio Perez 14
17. Rubens Barrichello 4
18. Bruno Senna 2
19. Pastor Maldonado 1
20. Pedro de la Rosa 0
21. Jarno Trulli 0
22. Heikki Kovalainen 0
23. Vitantonio Liuzzi 0
24. Jerome d’Ambrosio 0
25. Timo Glock 0
26. Narain Karthikeyan 0
27. Daniel Ricciardo 0
28. Karun Chandhok 0
 
Classifica Costruttori:
 
01. Red Bull 595
02. McLaren 442
03. Ferrari 325
04. Mercedes 145
05. Renault 72
06. Force India 51
07. Sauber 41
08. Toro Rosso 41
09. Williams 5
10. Lotus 0
11. HRT 0
12. Virgin 0

 
 
 

Commenta Stampa
di Zaccaria Pappalardo
Riproduzione riservata ©