Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Enzo Gnerre presenta il Trofeo Motorsannio-Pirelli 2010


Enzo Gnerre presenta il Trofeo Motorsannio-Pirelli 2010
16/02/2010, 19:02

In occasione della premiazione dei campioni del 2009, il Moto Club Motorsannio ha presentato agli sportivi campani le tappe 2010 del Trofeo Motorsannio-Pirelli, valido come campionato regionale Supermoto. A dirigere, come accade da undici anni a questa parte, la macchina organizzativa sarà la Volpe del Sannio Enzo Gnerre, che per la prima volta non vestirà la pelliccia di pilota: “E’ stata – spiega – una scelta dolorosa. L’incidente avuto a novembre sulla pista di Binetto non ha fatto altro che darmi conferma che dopo dieci anni, ed otto titoli conquistati, è giunto il momento di appendere il casco al chiodo. Ho preferito lasciare da campione, e non da sconfitto. Il mio però è un abbandono parziale, perché sarò sempre tra i ragazzi nei fine settimana. In passato ho svolto contemporaneamente i ruoli di rider e d’organizzatore. Da questa stagione mi occuperò solo di quest’ultimo aspetto, e questo mi permetterà di interpretare meglio le esigenze dei moto club, dei titolari degli impianti, dei piloti e degli sponsor”. Non ha voluto far mancare il proprio apporto il comitato regionale campano della Fmi, che non ha mai smesso di credere nel fiuto di Gnerre: “Fa piacere – svela Enzo – godere della stima di persone come Antonino Schiamo e Massimo Gambini. Le prove in calendario saranno sette, con la prima tappa il 21 marzo a Foggia. Il 18 aprile saremo a Montalto Uffugo, il 16 maggio a Limatola, il 27 giugno a Salandra, il 4 luglio a Battipaglia, il 12 settembre a Casalvelino, per concludere sulla pista di Sarno il 10 ottobre. La novità fondamentale riguarderà le composizione delle categorie. La S1 sarà aperta alle moto con cilindrata fino a 450 cc., la S2 diventa Open, e sarà la classe delle moto con cilindrata compresa tra i 475 cc ed i 650 cc. Per dare un aiuto agli emergenti, abbiamo deciso che la S5 sarà aperta a moto in configurazione Stock, con gomme rigorosamente stradali. Tutte le gare, poi, avranno come simpatico corollario una gara di Pit Bike Motard, composta da tre categorie. Sarà possibile partecipare con la sola tessera Fmi Sport nella classe fino a 163 cc., mentre nelle altre due classi, la Stock e la Open, occorrerà la licenza agonistica. Purtroppo non ci sarà a darmi una mano l’amico di tante stagioni Flaminio Capone, ma confido molto nella collaborazione con i moto club impegnati nel progetto. Mio intento è regalare ai piloti un trofeo dove tutti potranno dire la loro, dal ragazzo che ha voglia di mettersi in evidenza, all’amatore che vuole semplicemente trascorrere un fine settimana di svago all’insegna della propria passione. Anche per quest’edizione, partner principale sarà la Pirelli, che sensibile alla politica di riduzione dei costi intrapresa dalla Fmi, ha deciso di ridurre i costi dell’unico treno di gomme che sarà concesso di utilizzare durante le prove e le gare. Sempre grazie alla collaborazione con la casa costruttrice di pneumatici, è previsto un montepremi per coloro che prenderanno parte ad almeno a cinque prove”. In bocca alla volpe!

Commenta Stampa
di Alfredo Di Costanzo
Riproduzione riservata ©