Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

PARLA DE LAURENTIIS

"Era dura battere l'Inter, il Siena mi preoccupa"


'Era dura battere l'Inter, il Siena mi preoccupa'
25/01/2012, 23:01

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Rai Sport nel post-partita di Napoli-Inter:
“Grande protagonista Cavani? Grande protagonista Cavani  e grande protagonista il Napoli tutto, nel suo insieme, perché hanno giocato tutti bene. Nel calcio ci si eccita e ci si deprime allo stesso modo, basta vincere o perdere una partita, ma io sono coerente: ho sempre ringraziato Mazzarri e sottolineato le sue capacità”.
Poi, De Laurentiis dice una cosa che sembra chiaramente una “stoccata” a Ranieri, tecnico dell’Inter: “Quello di Mazzarri non è un 4-4-2 lineare, che poi ci si annoia… Il suo è un gioco divertente”!
“Battere l’Inter, che era in serie positiva da tante gare, non era facile. Sembra proprio che ai miei non vada proprio di giocare con le provinciali, dobbiamo risolvere questo problema assolutamente. Infatti, mi preoccupa il Siena come avversario in semifinale. Spero che riusciremo a trovare le motivazioni giuste in quell’occasione anche perché la Coppa Italia è una manifestazione a cui teniamo tanto e poi la finale si giocherà a Roma… ci teniamo a ben figurare”.
“Inler in difficoltà? E’ un grandissimo giocatore, ma è appena arrivato da Udine e non può diventare immediatamente una bomba… Bisogna avere pazienza nel calcio, io ho imparato ad averne, imparino anche gli altri”.
“Vi stupisce Gargano titolare dopo i problemi avuti l’anno scorso? E’ un mio “protegé”, non ho mai pensato di rinunciarvi. E poi sono tutti titolari, chi sta meglio e gioca bene viene riconfermato”.
“Il futuro? Le partite che contano sono quelle come quella di stasera o quella col Chelsea e sono quelle che mi interessano di più. Non bisogna mettere tutto nello stesso calderone, bisogna imparare a distinguere l’importanza degli impegni”.

Commenta Stampa
di Pietroalessio di Majo
Riproduzione riservata ©