Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LIVE DAL RITIRO

ESCLUSIVA - Da Dimaro: l'allenamento mattutino


ESCLUSIVA - Da Dimaro: l'allenamento mattutino
11/07/2012, 09:07

Inizia con una lieta sorpresa il secondo giorno di ritiro azzurro. A Dimaro è arrivata anche la Coppa Italia conquistata nella finale del 20 maggio a Roma contro la Juventus. Un regalo della società ai tifosi accorsi in Trentino per poter seguire da vicino la squadra.

Alle ore 9.29 Mazzarri raduna la squadra nel gazebo allestito sulla pista che circonda il terreno di gioco. Come al solito, chiacchierata con i giocatori prima di pestare il rettangolo verde ed iniziare l'allenamento. A bordo campo è presente anche Riccardo Bigon che fin dalle prime ore del mattino parla animatamente al cellulare.

Presenti sugli spalti non più di una ventina di tifosi. Apparsi anche due striscioni. Il primo recita "Nulla unisce più dell'amore per il Napoli" ed è firmato "Agerolesi nel mondo". L'altro invece celebra la Coppa Italia con la scritta "20-05-2012. Ancora una volta grazie!!!"

Per i giocatori prima qualche giro di corsa sul rettangolo verde. Alla testa del gruppo subito presenti Marek Hamsik e Paolo Cannavaro. E' seguita una fase di risveglio muscolare e di allenamenti fisici. Scatti e corsa ad ostacoli per svegliare al meglio gli arti inferiori ed i polpacci. Frustalupi, allenatore in seconda, ha diviso il gruppo in due linee, mentre il resto dello staff disponeva al centro del campo palloni e pettorine. Già dalle prime uscite, dunque, si bada anche all'aspetto tecnico-tattico.

E proprio sull'aspetto tattico c'è subito la prima novità. Mazzarri dispone la squadra in campo con un 3-5-1-1. Rosati tra i pali; difesa con Campagnaro, Cannavaro, Britos; a centrocampo Bariti a destra e Dossena-Zuniga a sinistra, mentre Hamsik, Inler e Dzemaili agiscono da centrali; attacco con Pandev trequartista e Vargas-Insigne a rappresentare, insieme, la punta d'attacco.

Per ora lavorano a parte Gargano, Fideleff, Vitale, Dumitru, Donadel, Aronica, Santana, Fernandez più i giovani. Per loro allenamento in palestra.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©