Sport / Calcio

Commenta Stampa

C'è anche l'accusa di pubblicità ingannevole

Esposti contro Dazn e Sky per le partite di serie A


Esposti contro Dazn e Sky per le partite di serie A
28/08/2018, 10:59

ROMA - Come era prevedibile, lo spezzettamento delle partite tra Sky e Dazn ha portato ad una serie di problemi. Il sistema Internet italiano non era pronto ad un accesso così massiccio di utenti per un sistema che ha bisogno della banda larga per poter essere visto, data l'alta qualità delle immagini. Il risultato è che chi ha sottoscritto l'abbonamento a Dazn sta avendo molti problemi: immagini che si fermano nel momento sbagliato, oppure che si vedono in ritardo rispetto all'andamento della partita oppure immagini non perfette, ecc. 

Tutte situazioni che già sono state oggetto di ironia sui social network, ma che ora sono state trasformate in esposti presentati da diverse associazioni all'Agcom, all'Antitrust e alla Lega Calcio. In alcuni di questi, si tira in ballo anche Sky, colpevole di pubblicità ingannevole e di costringere il tifoso a sottoscrivere due abbonamenti per poter vedere tutte le partite della propria squadra. 

Ma questo è anche il frutto del comportamento della Lega Calcio che prima ha mandato a carte quarantotto un bando per l'assegnazione delle partite con una lunga trattativa con Mediapro e poi ha deciso di spezzettare il campionato in tre gruppi sulla base degli orari di gioco delle partite, fissando il limite di due pacchetti acquistabili. Cosa che ha reso impossibile a Sky di acquistare tutti i diritti (come aveva fatto Mediaset nel triennio precedente) e trasmettere tutte le partite.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©