Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Estonia-Irlanda 0-4; Trap: "E' quasi fatta"


Estonia-Irlanda 0-4; Trap: 'E' quasi fatta'
12/11/2011, 14:11

Per l'Irlanda del Trap impresa memorabile in Estonia: il 4-0 di ieri, al di la' del valore dell'avversario, schiude le porte dell'europeo e il tecnico italiano strappa stupore e simpatia ai giornalisti presenti nella conferenza-stampa di Tallinn con il consueto show. ''Il gatto e' nel sacco ma non e' ancora... chiuso. Ci sono ancora 90 minuti'': e' il Trapattoni-pensiero dopo che la sua Irlanda ha strapazzato l'Estonia nell'andata dello spareggio per la qualificazione alla fase finale di Euro 2012. Parafrasando il suo celebre 'non dire gatto se non ce l'hai nel sacco', che in Irlanda alla vigilia del match con l'Estonia e' diventato 'No say the cat is in the sack', il tecnico di Cusano Milanino ha sottolineato che la sua missione e' quasi raggiunta ma non ultimata. Il Trap l'ha voluto ribadire con il suo inglese maccheronico, che ha mandato in crisi la sua traduttrice Manuela Spinelli che non sapeva come destreggiarsi di fronte ai volti stupiti del giornalisti presenti. E il video di Tallinn rischia di diventare un tormentone sul web come quello celebre della conferenza stampa del 10 marzo 1998 quando in Germania la rabbia per la sconfitta della sua squadra (il Bayern) si trasformo' in uno show esilarante con il giocatore Strunz malcapitato protagonista (''Un allenatore - disse allora in un tedesco improbabile - non e' un idiota ed io sono stufo di difendere questi giocatori e prendermi sempre la colpa. Questi giocatori erano deboli, quasi bottiglie vuote. Strunz, poi, da due anni e' sempre infortunato ed ha giocato solo dieci partite''..). Dopo il riferimento al 'gatto' il tecnico e' entrato nel merito della partita appena stravinta con l'Estonia: ''Abbiamo meritato di vincere e forse siamo stati aiutati dopo il primo gol con l'espulsione. In superiorita' numerica abbiamo avuto piu' occasioni per segnare ma l'Estonia ci ha messo in difficolta'. Quando ho detto che dobbiamo avere rispetto per tutte le squadre, dicevo sul serio. Loro sono arrivati agli spareggi come noi ed hanno confermato di essere una squadra di qualita'. Noi siamo a un passo dalla qualificazione perche' partiamo da questo 4 a 0 ma mi ripeto, non dobbiamo essere precipitosi''. Dublino si prepara ad accogliere il ritorno dello spareggio martedi'. C'e' grande attesa per una partita che puo' segnare il ritorno dell'Irlanda calcistica nel panorama del calcio che conta dopo la beffa della eliminazione dai Mondiali 2010 per il galeotto fallo di mani di Henry contro la Francia. Il Trap sa bene che ci sara' grande attesa. ''Dobbiamo giocare con la stessa mentalita' e atteggiamento e a Dublino dobbiamo privilegiare maggiormente lo spettacolo. Martedi' ci attende un appuntamento importante, i tifosi verranno per fare festa, noi dovremo onorare questo impegno. Ci sono ancora 90 minuti da giocare. The cat is in the sack but it's not closed''. Per il Trap, se il ritorno di martedi' non produrra' clamorose sorprese, c'e' il ballo anche il rinnovo del contratto con la nazionale irlandese che gli consentirebbe di tentare l'ultima impresa della sua lunga e gloriosa carriera: la partecipazione ai mondiali del Brasile del 2014.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©