Sport / Vari

Commenta Stampa

EURO 2008: GERMANIA IN FINALE COL BATTICUORE


EURO 2008: GERMANIA IN FINALE COL BATTICUORE
25/06/2008, 22:06

E’ la Germania la prima finalista di Euro 2008. La formazione di Loew supera non senza soffrire una Turchia ampiamente all’altezza della situazione. Fatih Terim affronta una delle favorite con gli uomini contati: quattro squalificati (il portiere Volkan, Arda Turan, Tuncay ed Emre Asik) due infortunati cronici (il capitano Nihat ed Emre Gungor già rientrati a casa) ai quali si aggiunge il baluardo difensivo Servet, che Terim ha cercato fino alla fine di mandare in campo. Germania con l’unico dubbio Torsten Frings (costola incrinata) lasciato in panchina per tutto il primo tempo. Ai nastri di partenza è la solita Turchia: aggressiva, veloce, senza paura; la Germania dimostra invece di avere preso sotto gamba la caratura (morale più che tecnica) degli avversari, in barba agli ammonimenti del capitano Michael Ballack. Ma ciò che penalizza più di tutto la Germania è un Lehmann “versione Milan”, disastroso. Altintop sfiora il vantaggio turco dopo appena 8’, la Germania si salva ma comincia a tremare. Dopo l’avvisaglia iniziale, al 22’ la Turchia passa: Kazim (il più attivo dei suoi) coglie in pieno la traversa, Lehmann sta a guardare, la palla carambola verso Boral che di piatto infila in rete grazie anche (e soprattutto) alla goffaggine del portierone tedesco. Se la Turchia usa la clava, la Germania (per una volta) preferisce il fioretto e 4’dopo trova il pari: Podolski si invola sulla sinistra, mette al centro per Schweinsteiger che con un delizioso tocco di esterno destro firma l’1-1. Punto e a capo. Al 34’ Germania vicinissima al vantaggio: Podolski parte tutto solo sulla sinistra ma invece di servire il meglio piazzato Klose cerca la conclusione che si spegne alta. E’ l’ultima emozione del primo tempo. Nella ripresa subito un cambio: fuori Rolfes dentro Frings, la Germania vuole fare sul serio. Dopo mezz’ora di attacchi poco convinti i ragazzi di Loew mettono la freccia: Rustu decide di emulare il collega Lehman uscendo a vuoto e Klose di testa firma il vantaggio. Mai fidarsi dei Turchi, questo Europeo ce lo ha insegnato. E all’86’ Senturk (ancora lui) ci mette la punta del piede ed è 2-2. Incredibile. “Mamma, li Turchi” devono aver pensato i tedeschi sugli spalti. E invece per una volta chi di spada ferisce di spada perisce perché  al 90’ Lahm si inventa una prodezza regalando la finale alla Germania.

Commenta Stampa
di Chiara Colimodio
Riproduzione riservata ©