Sport / Vari

Commenta Stampa

EURO 2008: ITALIA A SERIO RISCHIO ELIMINAZIONE


.

EURO 2008: ITALIA A SERIO RISCHIO ELIMINAZIONE
13/06/2008, 19:06

Italia con un piede fuori dagli Europei, una sfida al cardiopalma tra Italia e Romania si chiude sull'1-1 e mette in seria difficoltà la squadra azzurra. A tenere la formazione di Donadoni ancora speranzosa è solo la parata di Buffon sul rigore di Adrian Mutu.
Arbitraggio poco convincente
, ma parte meglio l’Italia che tiene il campo per i primi 15 minuti, la formazione è quella annunciata e i cambi di Donadoni, in particolare Grosso e Del Piero, si fanno notare. Le occasioni migliori nel primo tempo, però, le ha la Romania tra il 15’ e il 23’ coglie anche un palo e solo “San Gigi” Buffon gli vieta il goal. L’Italia, poi, torna a respirare e, con Toni prima e con Del Piero poi, sfiora il vantaggio. L’errore più grave lo commette Simone Perrotta che sbaglia una rete praticamente già fatta, porta stregata per gli azzurri, l’attaccante del Bayern, Luca Toni, si vede parata da Lobont una girata di testa perfetta. Clamoroso al 3’ di recupero, Henning annulla la rete di Toni per un fuorigioco inesistente dell’attaccante, forse il guardalinee è stato tratto in inganno dalla posizione di Del Piero.
Paura al 55’ quando Mutu porta in vantaggio la Romania sfruttando un errore di Zambrotta, ma la reazione italiana è immediata, Panucci segna l’1-1 alL 56', ed è tutto di nuovo in ballo.
Gli azzurri assediano la porta avversaria ma sbagliano troppo il passaggio finale, tre splendide azioni, che vedono protagonista Cassano subentrato al posto di Perrotta, non arrivano sulla testa di Toni.
La paura più grande è all’80’ quando Henning assegna un rigore inesistente alla Romania, ma dal dischetto Mutu si fa intimorire da Buffon che para come nei Mondiali del 2002.
Niente da fare, il pari non è ciò di cui l’Italia aveva bisogno, anzi, ora, in attesa della sfida di questa sera tra Francia e Olanda, ci giocheremo tutto martedì sera contro i transalpini. Scegliere cosa tifare questa sera, inoltre, è complesso il rischio è sempre che a fidarsi degli altri si resta bruciati.
 

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©

Correlati