Sport / Formula1

Commenta Stampa

Senza la pioggia, niente ferma la Red Bull

F1 Belgio: Vettel domina, bravissimo Alonso


F1 Belgio: Vettel domina, bravissimo Alonso
25/08/2013, 13:56

SPA-FRANCORCHAMPS (BELGIO) - Cavalcata trionfale, secondo un copione collaudato, di Vettel su Red Bull, nel Gran Prenio del Belgio. Ha preso il comando subito dopo la partenza, con un sorpasso micidiale ad Hamilton e non l'ha mai più lasciato, dimostrando di essere ancora una volta il più veloce di tutti. Dietro di lui bene Alonso, partito nono, ma autore di una splendida partenza e di numerosi sorpassi. Bene anche Massa, partito decimo e arrivato settimo. Non benissimo Hamilton (dalla pole al terzo posto) e Webber (dal terzo al quinto posto). 
Alla partenza Alonso scatta ottimamente e passa dal nono al quinto posto. Davanti a lui le posizioni restano stabili, ma al primo rettilineo Vettel supera Hamilton, conquistando la testa. Pessime partenze invece per Webber e per Felipe Massa. Alla fine del primo giro, Vettel è in testa, seguito da Hamilton, Rosberg, Button, Alonso, Webber, Di Resta, Hulkenberg, Grosjean, Raikkonen, Perez e Massa. 
Al terzo giro Alonso riesce a superare Button, sul rettilineo del traguardo; e al quinto giro supera anche Rosberg, arrivando a 3 secondi da Hamilton e a 6 da Vettel capofila. Al quarto giro Button viene superato anche da Webber, che sta cercando di recuperare dopo la pessima partenza. Al settimo giro Perez è molto aggressivo nel tentare il sorpasso di Grosjean e finisce col spingerlo nella via di fuga; Massa approfitta del rallentamento di Grosjean e supera il francese. Ma la manovra finisce sotto investigazione. 
All'ottavo giro Massa e Hulkenberg sono i primi a fare il pit stop, al nono tocca a Di Resta. Al decimo giro arriva la comunicazione per Perez: "drive through" (cioè un passaggio nei box a bassa velocità) come sanzione per aver buttato fuori pista Grosjean. All'undicesimo giro Hamilton entra ai box per il pit stop, mentre Massa stabilisce un giro veloce, oltre un secondo più veloce dei primi. Al dodicesimo giro pit stop per Rosberg, al 13esimo tocca ad Alonso, che esce settimo dietro Grosjean ed Hamilton. Al giro successivo rientra anche Vettel, seguito da Raikkonen. Mentre in pista Alonso riesce a superare Hamilton dopo un paio di tentativi infruttuosi, portandosi dietro Vettel e Button, che però non è andato ancora ai box. 
Al 15esimo giro, Vettel è in testa, seguito da Button, Alonso, Hamilton, Grosjean, Rosberg, Webber, Ricciardo, Gutierrez, Massa e Perez. Al 17esimo giro Button rientra ai box, ed Alonso è secondo a 7 secondi da Vettel. Ma il tedesco è più veloce del ferrarista, riuscendo ad infliggergli due o tre decimi a giro. Stesse difficoltà di Hamilton, che non riesce a raggiungere Alonso. E così le posizioni si stabilizzano nella parte centrale della gara. Al 24esimo giro Rosberg entra ai box. Dopo una uscita di pista, al giro successivo rientra anche Raikkonen, ma solo per ritirarsi a causa del freno anteriore fuori uso. Al 26esimo giro tornano ai box Hamilton, Massa e Sutil. In pista Gutierrez, Maldonado Perez e Sutil lottano per la decima posizione in maniera molto aggressiva. Al termine Maldonado viene spinto fuori pista con l'ala anteriore danneggiata (ed immediato rientro ai box), mentre gli altri tre continuano a battagliare. Al 28esimo giro Alonso rientra ai box ma riesce a rientrare prima dell'arrivo di Button, mantenendo la terza posizione. Al 30esimo giro anche Vettel cambia le gomme per l'ultima volta.
Al 30esimo giro, Vettel è in testa, seguito da Alonso, Button, Hamilton, Rosberg, Webber, Grosjean, Massa, Ricciardo, Perez. Le posizioni rimangono stabili, se si esclude Button che al 36esimo giro va ai box per il suo cambio gomme. Vettel continua a guidare la gara con il massimo della velocità (a 4 giri dalla fine inanella un altro giro veloce, nonostante il suo vantaggio su Alonso sia ormai di 14 secondi), seguito al 41esimo giro da Alonso, Hamilton, Rosberg, Webber, Button, Massa, Grosjean, Sutil e Ricciardo, che lotta con Perez per il decimo posto e il punto in classifica che esso dà. E non ci sono altre novità fino alla fine, con posizioni congelate al traguardo. 
A questo punto della stagione, Vettel ha in classifica generale 197 punti, contro i 153 di Alonso, i 139 di Hamilton e i 133 di Raikkonen, che col suo ritiro interrompe la serie di 27 gare consecutive finite a punti. 
Ora ci si trasferisce in Italia, dove tra due settimane si corre a Monza, altro circuito veloce.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©