Sport / Formula1

Commenta Stampa

Massa è solo sesto, Ricciardo e Di Resta nei primi 10

F1 Cina: Alonso vince senza discussioni, dietro Hamilton e Raikkonen


F1 Cina: Alonso vince senza discussioni, dietro Hamilton e Raikkonen
14/04/2013, 09:15

SHANGAI (CINA) - Un fantastico Alonso riesce a vincere in Cina, grazie ad una saggia amministrazione delle gomme senza rinunciare alle prestazioni; sfortunato Vettel, a cui manca il podio per pochissimo. Male Massa, partito tra i primi ma che ha concluso sesto. Questo il riassunto del terzo Gran Premio del Mondiale di Formula 1, disputato a Shangai.
Partenza ottima per le due Ferrari, che si infilano dietro Hamilton. Dietro via via gli altri con Webber che parte dai box con una scelta molto particolare: partenza con gomme morbide e sosta ai box per mettere le gomme dure al primo giro. AL terzo giro Suttil e Gutierrez si scontrano, con il primo che ci rimette l'ala e poi si ritira e il secondo che ha la vettura danneggiata più pesantemente. Al quinto giro Alonso e Massa superano Hamilton, che fatica a tenere il loro ritmo e quello di Raikkonen che li segue. E' l'inizio dei cambi di gomma per i primi, che sono partiti con gomme morbide, che già non ce la fanno. Hamilton, Alonso, Massa, Rosberg e via via altri dei primi entrano ai box, mentre in testa alla gara ci vanno Hulkenberg e Vettel, seguiti da Button, Perez e DI Resta. Ma Alonso sesto recupera rapidamente, mentre Massa (finito dodicesimo) cerca di recuperare scavalcando Bottas e un Webber stranamente lento. Al 14esimo giro Hulkenberg, Vettel e Di Resta vanno ai box, mentre Webber si scontra con Vergne in un tentativo di sorpasso. Il che costringe i due ad andare ai box. Stessa cosa per Raikkonen, che urta Perez; anche se in questo caso i danni sono minori. In testa resta Button davanti ad Alonso ed Hamilton. Webber, nel cercare di arrancare verso i box, subisce troppe vibrazioni e il distacco di una delle ruote posteriori danneggiate, con grave pericolo per i piloti in gara. 
Al 18esimo giro Vettel riesce a superare Massa e gli prende la sesta posizione, mentre davanti in testa resta Button, seguito da Alonso, Hamilton, Raikkonen (che nell'incidente ha perso comunque pochi secondi) e Perez. Subito dopo Massa e Rosberg entrano ai box per cambiare le gomme. Al 20esimo giro Alonso supera Button (il quale evidentemente vuole restare sulle due soste) mentre Hamilton e Raikkonen entrano ai box. Rosberg invece si ritira per un guasto meccanico. AL 23esimo giro Alonso e Button cambiano le gomme contemporaneamente e tornano in pista al terzo e quarto posto, mentre in testa passa Vettel seguito da Hulkenberg. AL 26esimo giro il secondo va ai box e Alonso passa al secondo posto, e comincia a recuperare un secondo al giro su Vettel, che ormai ha le gomme parzialmente esauste. E infatti al 28esimo giro il sorpasso: Alonso è primo, Vettel è secondo. Al 31esimo giro Vettel torna ai box, mentre Raikkonen supera Button, che sta cercando di conservare le gomme. 
Al 36esimo giro entrano ai box Hulkenberg e Massa uno dietro l'altro. Grazie alla maggior velocità del box Ferrari, è il ferrarista ad uscire davanti. Subito dopo entra ai box Hamilton, per il suo cambio gomme. A questo punto ALonso è in testa, seguito a 20 secondi da Vettel e poi Button, Raikkonen, Hamilton. Al 41esimo giro ALonso entra ai box per ilc ambio di gomme ed esce subito dietro Vettel, il quale però ha le gomme parecchio degradate, ma non può fermarsi: deve aspettare verso il 50esimo giro per farlo, perchè deve montare gomme morbide che hanno una resistenza di 5-6 giri. E si vede subito la differenza: prima della fine del giro successivo, il ferrarista supera il tedesco e va di nuovo al comando. 
E infatti è al 51esimo giro che Vettel entra ai box, monta gomme morbide ed esce al quarto posto. Prima di lui, Button aveva montato le gomme morbide, conquistando la sesta posizione davanti a Massa. Appena uscito fa un giro straordinario: 1'36"8, 3 secondi più veloce dei primi tre. Mentre Alonso prosegue in solitario, con una decina di secondi su Raikkonen che segue, tallonato da presso da Hamilton. E questo è anche l'ordine di arrivo finale (Alonso, Raikkonen, Hamilton, Vettel), con quest'ultimo che vede il suo tentativo di rimonta frustrato dall'arricvo sul traguardo e forse anche dalla presenza di Pic, doppiato. Dietro Button , Massa (anche lui non è riuscito a recuperare su Button), Ricciardo e Di Resta. Resta un punto in sospeso: ci sono parecchie macchine "sotto investigazione", come si suol dire, per aver aperto il DRS (il sistema che consente  di aprire l'alettone posteriore e guadagnare velocità in rettilineo) in regime di bandiera gialla. E tra queste alcune di quelle arrivate tra i primi. Bisogna vedere se l'eventuale penalità verrà scontata in questa gara, come penalità suil risultato finale, o alla prossima gara come penalizzazione sulla pit lane. 
Con i risultati attuali, Vettel rimane in testa alla classifica piloti con 52 punti, seguito da Raikkonen con 49, Alonso 42, Hamilton 40 e Massa 28. Nella classifica costruttori, la Red Bull ha 78 punti, la Ferrari 73, la Lotus 60 e la Mercedes 52 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©