Sport / Formula1

Commenta Stampa

Le Ferrari in seconda fila, precedute da Ricciardo

F1 Cina: Rosberg in pole, Hamilton parte dall'ultimo posto


F1 Cina: Rosberg in pole, Hamilton parte dall'ultimo posto
16/04/2016, 08:59

SHANGAI (CINA) - Ancora una pole per Rosberg, seguito da Ricciardo e dalle Ferrari. Mentre Hamilton partirà dal fondo della pista, dopo che il motore gli è andato KO nella prima qualifica. E domani la gara potrebbe riservare ancora molte sorprese, più di quante non ne abbiano riservate le prove. 

Si torna al vecchio formato della qualifica, abbandonando lo shootout (cioè l'eliminazione dei piloti a distanza di un minuto o un minuto e mezzo l'uno dall'altro). Ma la Q1 si interrompe subito a causa di un piccolo incidente per Verlaine. Infatti la pista è leggermante umida per la pioggia e tutte le auto scendono in pista con le intermedie. Tranne le due Manor di Hayanto e Verlaine, che scelgono le gomme slick super soft. Ma il secondo pilota finisce in una delle poche pozzanghere che ci sono, sul rettilineo dei box e perde il controllo dell'auto, finendo con il toccare le barriere sulla sinistra della pista. Immediata la bandiera rossa e Q1 sospesa. Quando la qualifica riprende, dopo una asciugata della pista e tutte le auto che partono con le slick, la sorpresa: Hamilton rompe il motore durante il giro lanciato; quindi partirà dall'ultima fila insieme a Verlaine che non ha potuto gareggiare per l'incidente avuto. Con loro, vengono esclusi dalla Q1 Haryanto, Palmer, Gutierrez e Magnussen. In testa ci sono le due Ferrari seguite da Button. 

La Q2 vede Rosberg usare una gomma soft per ottenere il tempo, dato che la squadra ha una gomma super soft in meno, rispetto alla Ferrari. La qualifica termina poi con un minuto di anticipo, a causa di un incidente a Hulkenberg che perde la ruota anteriore sinistra e fa scattare la bandiera rossa. Alla fine gli esclusi sono Nasr, Ericcsson, Grosjean, Button, Alonso e Massa. In testa ci sono di nuovo le due Ferrari, seguite da Rosberg. 

Nella Q3 Hulkenberg decide di non partire, mentre Vettel fa un solo tentativo aspettando l'ultimo secondo utile (finisce il giro lanciato una manciata di secondi prima che venga data la bandiera a scacchi). Alla fine la pole è di Nico Rosberg, seguito da Ricciardo, poi Raikkonen e Vettel, la cui strategia non ha pagato un gran che. Seguono Bottas, Kvyat, Perez, Sainz, Verstappen e Hulkenberg. Con l'interessante annotazione che Rosberg partirà con gomma soft (è quella con cui si è qualificato nella Q2) mentre tutti gli altri con supersoft. Il che vuol dire che potrebbe avere una partenza più lenta degli altri, ma potrà allungare notevolmente il percorso prima della sosta ai box. Naturalmente, sempre che domani non piova...

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©