Sport / Formula1

Commenta Stampa

Il patron della F1 dice no al circuito dell'Eur

F1: Ecclestone gela Alemanno: "Un solo Gp per Paese"


F1: Ecclestone gela Alemanno: 'Un solo Gp per Paese'
13/01/2011, 09:01

ROMA - Bernie Ecclestone, che finora aveva mantenuto molta discrezione sulla vicenda, interviene sul progetto del sindaco di Roma Gianni Alemanno di costruire un circuito per la Formula 1 nella capitale, nel quartiere dell'Eur. Lo fa con garbo, ma con una lettera ufficiale, indirizzata personalmente allo stesso sindaco. In essa si specifica che ogni Paese può avere solo un Gran Premio, e quello italiano è a Monza, pista che ha una lunga storia per le corse d'auto.
Apparentemente questa risposta lascia comunque aperta una porta, quella che l'Italia rinunci a Monza per Roma. Ma è chiaro che è una eventualità solo teorica ed Ecclestone lo sa: Roma non ha la storia di Monza in Formula Uno e conosce abbastanza la politica italiana da sapere che la Lega Nord non accetterà mai di trasferire nella capitale il Gran Premio d'Italia. Inoltre già adesso ci sono alcuni circuiti - come quello di Valencia - il cui seguito di tifosi è ridotto e i cui bilanci sono sistematicamente in rosso, perchè nelle grandi città si creano più disagi che vantaggi. Negli ultimi tempi infatti la Formula Uno è più indirizzata verso piste classiche come Monza, Montecarlo o Spa, che richiamano sempre pubblico, o verso i circuiti nei Paesi dei "nuovi ricchi" come in Cina o nei Paesi arabi. Una necessità dovuta al bisogno di sponsor, per una Formula Uno sempre più estrema e sempre più costosa, al punto da decidere di autolimitarsi con un tetto di budget.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©